Lady-pusher: lo spaccio di droga affidato alle donne. Le nuove tecniche della camorra

Lady-pusher: lo spaccio di droga affidato alle donne. Le nuove tecniche della camorra

Lo spaccio affidato alle donne. Così la criminalità organizzata sta tentando di sfuggire ai controlli delle forze dell’ordine. Poche dosi, pochi appuntamenti presi al telefono, ragazze insospettabili alla guida di piccole macchine che non danno nell’occhio.

La nuova formula pare avere successo e un ottimo giro di affari. Alle forze dell’ordine però non sfugge e da qualche giorno sta procedendo a diversi controlli. Oggi un nuovo arresto. Si tratta di una 27enne , Sara Vitagliano, di Afragola che a bordo di una smart spacciava droga su vìa Pigna a Giugliano. La ragazza, controllata dai carabinieri, è stata trovata in possesso di 4 dosi di cocaina nascosti in un pacchetto di sigarette e 200 euro.

L’altro giorno invece una ragazza,forse inesperta, aveva tentato di vedere cocaina a due carabinieri in borghese.

 

Pare insomma che la camorra abbia organizzato un giro di spaccio diverso dal solito. Oramai le piazze non esistono più. Sempre più diffusi sono i pusher itineranti che girano ore ed ore in macchina consegnando e vendendo droga. Gli spacciatori o le spacciatrici però non sono sempre del luogo. Spesso provengono da altri Comuni proprio per non dare nell’occhio.