Marano, un’attesa durata cinque anni. Ieri il via libera ai lavori per la prima isola ecologica

Marano, un’attesa durata cinque anni. Ieri il via libera ai lavori per la prima isola ecologica

Quasi cinque anni di attesa, ma alla fine l’agognato via libera ai lavori è arrivato. Proprio ieri al corso Mediterraneo, e più precisamente in località La Volpe, sono iniziati i lavori per l’installazione dell’isola ecologica, un centro di raccolta temporanea dei rifiuti atteso da oltre 4 anni e che è stato spesso al centro di dibattiti, polemiche e sospetti. La prima isola ecologica della città, secondo il crono-programma stilato dai funzionari del Comune, dovrebbe aprire i battenti entro la fine dell’anno o al massimo entro i primi mesi del 2015. All’interno del sito, dove fino a qualche mese fa operavano alcune aziende, nonostante l’area fosse già da anni formalmente oggetto di confisca da parte dello Stato, saranno installate anche le relative e necessarie attrezzature, quelle che dovrebbero esser finanziate dalla Regione e che invece, in attesa che si provveda a rifare il bando di gara (alcuni verbali dell’aggiudicazione di quella vecchia gara sono spariti) e che l’ente di Palazzo Santa Lucia dia l’ok per il trasferimento dei 700 mila euro annunciati nel 2009, saranno garantite con risorse comunali. Il termine ultimo per recuperare quei fondi regionali è fissato alla primavera del 2015. Entro questo lasso di tempo il Comune dovrà (deve) esperire un nuovo bando di gara.