Più Europa, nuova vita per tre chiese abbandonate. Guarda foto e video

Più Europa, nuova vita per tre chiese abbandonate. Guarda foto e video

[ot-gallery url=”http://www.teleclubitalia.it/gallery/piu-europa-tre-chiese-saranno-trasformate-in-spazi-culturali/”]

Non solo piazze e strade al centro del progetto Più Europa, ma anche alcune chiese da anni chiuse e abbandonate. I tre edifici prescelti per la riqualificazione sono la chiesa delle Concezioniste, la chiesa di San Rocco e la Cappella della Maddalena che diverranno luoghi di ritrovo cittadino.

CHIESA DELLE CONCEZIONISTE – La chiesa delle Concezioniste, sita all’incrocio tra via Panico e via Concezione, vecchio convento oggetto di svariati furti nel corso del tempo, al termine dei lavori diventerà una biblioteca/archivio dei documenti storici della città di Giugliano. Il progetto prevede l’utilizzo di pareti mobili e vetrate per ridurre al minimo l’impatto con la mura esistenti che saranno sempre riconoscibili. Come potete vedere dalle immagini che abbiamo ricavato dal rogetto la navata sarà adibita a sala di consultazione e sarà utilizzato un arredo idoneo che consentirà lo svolgimento delle attività anche ai diversamente abili. Nel retro dell’altare, invece, ci saranno gli archivi cartacei contenenti i testi storici. Il secondo livello sarà adibito ad archivi fotografici e di testi rari.

CHIESA DI SAN ROCCO – Uno spazio destinato alle mostre e agli eventi espositivi per video arte sarà la Chiesa di San Rocco situata all’incrocio tra via San Rocco e via Camposcino chiusa al pubblico da oltre trent’anni. Saranno utilizzati tabelloni audiovisivi e schermi touch screen dislocati lungo un percorso longitudinale. La cabina di regia sarà ubicata sul soppalco che originariamente ospitava l’organo il cui accesso sarà consentito da una scala esistente restaurata posta a sinistra dell’ingresso. Lo spazio esterno consentirà invece forme di rappresentazioni e spettacoli dal vivo. Nel progetto si legge che ad aumentare la suggestione del luogo e la funzione di richiamo per la cittadinanza sarà l’illuminazione. Dovrebbe infatti esserci un sistema che dall’interno attraverso le aperture della lanterna si proietterà all’esterno per essere un simbolico faro di aggregazione come nel passato lo era stato la chiesa per motivi religiosi.

CAPPELLA DELLA MADDALENA – Infine la Cappella della Maddalena situata in corso Campano, di fianco il comando della polizia municipale, oggetto di crollo di una parte delle coperture e di furti di tele e marmi, sarà luogo per attività socio culturali. Nello specifico potranno essere svolte attività aggregative come video conferenze, riunioni e laboratori teatrali. Uno spazio multifunzionale che dovrebbe garantire le diverse esigenze della cittadinanza. una finestra vetrata inserita nella parete posta all’ingresso consentirà di guardare verso la zona fondale della sala dove uno schermo proietterà le immagini verso la platea dove saranno disposti oltre cinquanta posti a sedere più una postazione per diversamente abili. Insomma al termine dei lavori la cultura a Giugliano dovrebbe avere un proprio spazio.