Ad Aversa festa per la giornata dell’Unità nazionale delle Forze Armate

Grande partecipazione per la manifestazione in occasione giornata dell’Unità nazionale e delle Forze Armate svoltasi in piazza Municipio. L’alzabandiera e l’onore ai Caduti, hanno fatto da preludio alla cerimonia mentre i piccoli alunni della Scuola Media Parente, guidata dalla dirigente Enrichetta Ferrara, hanno intonato le note dell’Inno di Mameli ed il Piave. Presenti anche una rappresentanza della Scuola Media ‘Pascoli’ e della De Curtis.  Presenti i rappresentanti delle forze dell’ordine nonché delle associazioni dei Carabinieri, dell’Arma Aeronautica, della Finanza e del Fante.

 

Il Sindaco ha reso onore ai caduti con la deposizione della corona d’alloro da parte dell’Amministrazione Comunale che poi è stata benedetta dal Vescovo della Diocesi di Aversa, S.E. Mons. Angelo Spinillo che ha ricordato “le vittime di ogni guerra” e ha lanciato un messaggio di pace soprattutto rivolgendosi ai ragazzi che hanno partecipato alla manifestazione. “Questa data suscita ancora oggi – ha detto il Sindaco di Aversa, Giuseppe Sagliocco – commozione nell’animo di chi ha vissuto o solo ascoltato le gesta della guerra combattuta dai nostri nonni e dai nostri padri. Con la Grande Guerra, combattuta e ricordata come l’ultima guerra d’indipendenza, venne portata a compimento l’unificazione d’Italia, nella libertà. Oggi ricordiamo non solo l’anniversario dei grandi eventi della nostra storia ma soprattutto il giorno della Memoria comune degli Italiani.

 

Questo è il giorno in cui insieme riflettiamo sulla Patria, sulla responsabilità che ciascuno di noi ha di servire la Patria. L’unità d’Italia, l’indipendenza e la libertà sono conquiste straordinarie che vanno difese ogni giorno: come comunità d’intenti, come capacità di cooperare per il bene comune, come desiderio di provare, anche individualmente, la gioia di fare qualcosa per il bene dell’Italia, per il suo prestigio nel mondo, per il benessere della nostra comunità”. “Un pensiero – ha detto Sagliocco – a quei valorosi figli dell’Italia ed al loro sacrificio come alle vittime di Nassirya cui tra qualche giorno ricorre l’anniversario della strage”.

 

comunicato stampa