Contrabbando, abusivismo edilizio e spaccio: operazione alto impatto dei carabinieri, 12 denunciati

I carabinieri della compagnia di Giugliano insieme ai colleghi del 10° battaglione Campania e del nucleo cinofili di Napoli hanno eseguito un particolare servizio di controllo del territorio ad alto impatto, denunciando in stato di libertà:
– per violazione alle leggi a tutela dell’ambiente un 49enne del luogo, per aver allestito in una capannone di 400 mq a Qualiano sulla circumvallazione esterna un’officina meccanica senza autorizzazione e smaltendo abusivamente gli scarichi industriali e rifiuti;
– per abusivismo edilizio e violazione alle leggi a tutela dell’ambiente un 78enne di Qualiano, un 36enne di Bacoli, un 33enne di Casoria ed un 34enne di Villaricca, per aver realizzato un opificio su un’area di 3.000 mq a Qualiano in via Cacciapuoti, per la lavorazione della carta, senza il rispetto dei vincoli archeologici e della normativa ambientale;
– per contrabbando di sigarette 7 persone del luogo, sorprese in distinti controlli a vendere pacchetti di sigarette di varie marche estere prive del bollino del monopolio di stato;
Inoltre, durante i controlli sono stati rinvenuti in un appartamento disabitato a melito di napoli sul Corso Europa, 18 confezioni di marijuana e 3.500 euro in denaro contante. Sono in corso le indagini per identificare il proprietario/utilizzatore dell’appartamento. L’officina e l’opificio, per un valore complessivo stimato in 200mila euro, sono stati sequestrati.