Marano, boom di richieste per la telefonia mobile: parte la mobilitazione

Marano, boom di richieste per la telefonia mobile: parte la mobilitazione

Nuovi impianti di telefonia mobile tra via san Rocco e via Antica Consolare Campana. Dovrebbero essere sette in totale, uno dei quali con l’iter procedurale già in fase avanzata e l’altro in via di realizzazione. Sono questi i numeri snocciolati dai residenti delle due popolose frazioni periferiche, che hanno già promosso una raccolta firma e che si dichiarano pronti a indire manifestazioni di protesta.

Gli impianti, tutti con potenza superiore ai 20 watt, sono di proprietà della Vodafone e Infostrada. Un boom di richieste, insomma, che trae origine anche dall’assenza di un apposito regolamento comunale che disciplini la materia. “Tutto si concentra in quest’area della città – spiegano i residenti di via San Rocco – ci sembra assolutamente sproporzionato e incongruente”.

La legge, in questi casi, prevede che le autorizzazioni siano rilasciate a seguito di un iter amministrativo che dovrebbe contemplare i seguenti passaggi: informazione alla cittadinanza tramite affissione all’Albo Pretorio del comunicato di deposito del progetto; valutazione favorevole dell’Arpac e parere favorevole dell’Azienda sanitaria locale; parere favorevole della Commissione o Unità edilizia e della Commissione per la qualità del Paesaggio, in caso siano previste opere edilizie. Gli impianti attualmente presenti sul territorio sono posizionati al corso Mediterraneo, in via Vallesana e a Città Giardino.