Scontro a fuoco a Castelvolturno, immigrati in rivolta, poi torna la calma. Un appartamento in fiamme.

Aggiornamento 00.15

Le forze dell’ordine lavorano per fermare anche un secondo uomo ma è tornata la calma a Castelvolturno. I due nigeriani feriti sono stati ricoverati alla clinica Pineta Grande, non in pericolo di vita. Dopo il ferimento dei due africani, secondo il TG1, un centinaio di persone ha poi dato fuoco a 4 autovetture ed un appartamento.
Le proteste si sono fermate da poco e la situazione è tornata sotto controllo.

Scontro a fuoco a Castelvolturno, in località Pescopagano, che ha coinvolto italiani e stranieri. Secondo quanto riporta Il Mattino, le forze dell’ordine una volta giunte sul posto hanno trovato due immigrati gambizzati con colpi di pistola.
Gli investigatori stanno cercando di chiarire la dinamica dell’accaduto ma ora è rivolta degli immigrati che hanno dato fuoco ad una casa. Si registrano anche esplosioni di bombole di gas.
Sono in centinaia le persone in sommossa e sul posto stanno confluendo carabinieri e polizia.
L’autore della sparatoria iniziale è stato subito arrestato, un cittadino italiano.

Seguiranno aggiornamenti.