Fiaccolata per Salvatore, ieri Marano si è stretta attorno al ragazzo. Stamani al via le procedure per l’osservazione di morte cerebrale

E anche Marano, ieri sera, si è stretta attorno al papà, alla mamma e ai fratelli di Salvatore, con una fiaccolata promossa dalle mamme degli amichetti dello sfortunato 14 enne. Circa 1500 i partecipanti. In prima fila c’erano anche Antonio e Angela, i due fratelli maggiori di Salvatore, e tantissimi ragazzini accompagnati dai loro genitori. Insieme, per tutto il percorso (da corso Mediterraneo a piazza della Pace) che ha attraversato le vie del centro, hanno recitato il Padre nostro e l’Ave Maria. Palpabile la commozione tra i presenti, e in tanti non sono riusciti a trattenere le lacrime. Il corteo si è sciolto in piazza della Pace, sul corso principale della città, accompagnato da un lunghissimo applauso e dal lancio in aria di una lanterna bianca. All’iniziativa hanno preso parte anche il sindaco Angelo Liccardo, numerosi esponenti istituzionali, e il decano dei parroci di Marano, don Giovanni Liccardo. Un ulteriore momento di preghiera è previsto per oggi nella chiesa dello Spirito Santo. Al Loreto Mare, intanto, stamani saranno avviate le procedure per l’osservazione di morte cerebrale. Il ragazzo sarà sottoposto ad osservazione di un’apposita commissione medica. Se verrà confermata l’assenza di attività cerebrale si prospettano due scenari: l’espianto degli organi – se la famiglia acconsentirà – o lo stop alle cure che lo tengono meccanicamente in vita.