Marano, piazzale San Escrivà de Balaguer: è allarme sicurezza

Marano, piazzale San Escrivà de Balaguer: è allarme sicurezza

L’atto vandalico, l’ennesimo compiuto negli ultimi mesi nell’area adiacente al tribunale ha acceso nuovamente i riflettori sulla questione sicurezza di una zona, quella di piazzale san Escrivà de Balaguer, da mesi oggetto di raid da parte di ignoti.

 

Si tratta perlopiù di giovani, giovanissimi che frequentano la zona e che hanno già preso di mira le giostre a ridosso del parcheggio, la fontana di nuova realizzazione installata alle spalle del municipio, nonché divelto panchine e altri manufatti in cemento.

 

Opere pubbliche ma anche strade rimesse a nuovo con i fondi del Piu Europa, che si trovano a un tiro di schioppo dalla casa comunale, dalla caserma dei carabinieri e dell’attuale sezione distaccata del tribunale di Napoli. L’area non è coperta da sistemi di videosorveglianza. Un motivo in più, insomma, per sollecitare interventi e maggiori controlli da parte delle forze dell’ordine. Il primo passo in tal senso è già stato mosso proprio nel giorno in cui ignoti hanno tentato di forzare una delle porte del tribunale, con un primo incontro andato in scena tra gli amministratori comunali e i vertici cittadini dell’Arma.

 

Cosa accadrà d’ora in avanti? Un potenziamento delle attività di controllo è stato già annunciato. Quanto all’installazione di telecamere, invece, sarà eventualmente compito dell’amministrazione cittadina. Ma intanto – come si evince dalla foto – a non “demordere”, anche a rischio della loro incolumità, sono i ragazzi che frequentano la zona.