Via allo Spot Festival ma è polemica sul teatro Siani

Via allo Spot Festival ma è polemica sul teatro Siani

E’ stata presentata ieri a Napoli, nella sede dell’Ufficio regionale scolastico, la sedicesima edizione del Marano Ragazzi Spot Festival, il festival nazionale degli spot di pubblicità sociale realizzati dai ragazzi delle scuole elementari, medie e superiori italiane. La kermesse, che è organizzata dal Consorzio Scuole Città di Marano nell’ambito delle attività del Settore educazione alla legalità dell’Ufficio Scolastico Regionale della Campania, si svolgerà da lunedì 4 a sabato 9 novembre nel cine-teatro Giancarlo Siani di via IV Novembre.

 

Intanto l’ex sindaco Perrotta fa un appello per il Siani: “A poche ore dall’apertura dell’ennesima edizione del Marano Ragazzi Spot Festival avverto l’esigenza, da ex sindaco e da cittadino, di esprimere il mio profondo e sentito augurio di buon lavoro a tutti gli operatori ed i protagonisti di questa rassegna che inorgoglisce da tempo la città di Marano. Al tempo stesso, però, sento il bisogno di rivolgere un appello alle istituzioni locali (al Sindaco, al presidente della Provincia ed al Governatore della Regione) affinché si scongiuri il rischio di vedere calare il sipario su quel teatro che ospiterà gli eventi dello Spot ragazzi, il cinema-teatro Siani. In un periodo di grave crisi come il nostro, infatti, corriamo il pericolo di vanificare quel simbolico momento di riscatto con il quale l’amministrazione che mi sono pregiato di guidare ha voluto in qualche modo ripagare la memoria di Giancarlo Siani, il giornalista del Mattino ucciso da un gruppo di fuoco partito proprio da Marano. Il mancato rinnovo della convenzione con i gestori e la rinuncia ad offrire una sponsorizzazione, seppur contenuta ma significativa, espone i gestori della struttura al concreto rischio di cedere a più allettanti offerte. Potrebbe, di conseguenza, sparire anche il nome dell’eroe moderno a cui è stata dedicata la sala. È per questo che rivolgo un appello affinché le istituzioni, ad ogni livello, offrano un concreto sostegno per mantenere viva la memoria pulita di questa città”.