Pandev-Fiorentina, c’è la frenata. I viola cercano elementi nel Sol Levante

Pandev-Fiorentina, c’è la frenata. I viola cercano elementi nel Sol Levante

Goran Pandev è sul piede di partenza. Il giocatore è tecnicamente tra i primi nel nostro campionato ma la sua cronica lentezza ne fanno un giocatore poco congeniale agli schemi di Rafa Benitez e questo lo ha messo sul mercato. Vivo su di lui l’interesse della Premier con Aston Villa e Tottenham su tutte ma per prima è arrivata la Fiorentina, alla ricerca di una punta d’esperienza, completa e che sia fisicamente integra a differenza dei diamanti offensivi che si ritrova in casa e che puntualmente risultano essere fragili e inclini agli infortuni. Secondo quanto appreso da Tuttonapoli.net e da Teleclubitalia però, la Fiorentina non è più molto convinta dell’affare anche perché avrebbe individuato due elementi in Giappone che possono fare al caso suo: Hotaru Yamaguchi e Takumi Minamino.

Il primo è soprannominato Tensai, il Genio, ed è un giocatore “alla Hamsik”, che può disimpegnarsi a centrocampo e sulla trequarti egregiamente. Al momento si trova in Brasile alla corte di Zaccheroni che non ha esitato a portarselo. 24enne, capitano del Cerezo Osaka, la squadra più importante dell’Impero, la squadra in cui milita anche Diego Forlan.

Minamino è invece uno dei ragazzi d’oro del Giappone, 19 anni, molto veloce, in grado di fare sia l’ala che la prima punta. Anch’egli del Cerezo Osaka e punto forte delle nazionali giovanili nipponiche. Ha un folto gruppo di procratori, fa parte della stessa scuderia di James Rodriguez, Jackson Martinez, Iturbe e tanti altri giovani calciatori provenienti da ogni parte del mondo.

E’ chiaramente una mossa di marketing. Pandev per i viola sarebbe un acquisto sicuro mentre i due giapponesi sarebbero scommesse ma  portare in una città forte nell’immaginario collettivo nipponico com’è Firenze potrebbe far pendere la bilancia verso i due ragazzi di Osaka.