Un esercito di nuovi assunti al Comune di Giugliano provenienti dal concorso per il terremoto in Abruzzo

Un esercito di nuovi assunti al Comune di Giugliano provenienti dal concorso per il terremoto in Abruzzo

Sembra una moda ormai che lascia perplessi non poco i cittadini di Giugliano. Dopo i vigili assunti dalla graduatoria del Comune di Napoli sono arrivate in città a settembre ben 14 nuove assunzioni dalla graduatoria di un concorso che si è svolto in Abruzzo a opera del Formez. Tutto secondo norma di legge.

Anche a Marano è stata utilizzata la stessa procedura per assumere a tempo indeterminato un istruttore direttivo. Insomma i comuni di Giugliano e Marano sono gli unici ad aver utilizzato la graduatoria del concorso “per la ricostruzione dopo terremoto” che fino ad oggi non aveva prodotto nessuna assunzione né in Abruzzo né nel resto d’Italia.

Tempo determinato a Giugliano. Sono 7 istruttori direttivi e 7 geometri che per sei mesi lavoreranno a Corso Campano 200 andando a sopperire l’atavica carenza di personale. Sono 6 donne e 8 uomini e provengono dalle varie regioni del Sud italia in gran parte dalla Campania. Si tratta di un contratto di soli sei mesi ma con la possibilità di proroga.

12 nuovi vigili. Oltre a questi 14 sono in arrivo anche 4 nuovi vigili che saranno selezionati tramite la procedure di mobilità ovvero per chi vorrà trasferirsi a Giugliano da altre amministrazioni. Si aggiungeranno agli 8 agenti assunti sempre tramite il Formez da Valiante a tempo indeterminato lo scorso marzo per un totale di 12 unità in più a cui va aggiunta anche la nuova Comandante Petrillo sempre a tempo indeterminato.

 Il Formez: “Giugliano un esempio”: “I nostri concorsi selezionano i migliori, daremo al Comune persone qualificate e motivate. Grazie alle nostre graduatorie, validate dalla Commissione Interministeriale, che controlla e garantisce le procedure dei concorsi Ripam di Formez PA, qualunque ente può evitare sprechi di tempo e di costi, necessari per bandire nuovi concorsi, selezionare e reclutare personale. Ci auguriamo che altri Comuni seguano l’esempio di Giugliano” dice Carlo Flamment, presidente di Formez PA