Clan Mallardo: continuano le udienze di “Caffè Macchiato”. Dopo l’estate la sentenza per Feliciano e i fratelli D’Alterio

Clan Mallardo: continuano le udienze di “Caffè Macchiato”. Dopo l’estate la sentenza per Feliciano e i fratelli D’Alterio

Continuano le udienze di “Caffè Macchiato”. Oggi l’interrogatorio dei testi da parte degli avvocati della difesa. In questa fase dibattimentale il Pm Maria Cristina Ribera e i giudici stanno ascoltando le diverse deposizioni. Dopo gli interrogatori fiume dei vari imputati, tra cui Feliciano Mallardo, considerato il boss della cosca, e i nipoti Carlo e Giuseppe D’Alterio,  tocca ai testi. La prossima settimana si terrà un’ulteriore udienza.

 

La Procura ha voluto dare una netta accelerata al processo. Dopo l’interrogatorio di Giuliano Pirozzi, avvenuto un mese fa circa, l’acquisizione delle sue testimonianze, ora si va avanti rapidamente con un’altra importante fase del lungo processo a carico del clan Mallardo.

 

Pirozzi durante i due interrogatori, sia da parte del Pm che degli avvocati, ha reso numerose dichiarazioni, chiarito la sua posizione e il suo ruolo all’interno del clan. Il pentito è giudicato credibile dalla Procura anche se molti suoi racconti vanno ancora verificati.

 

La vicenda riguarda l’imposizione del “Caffè Seddio” ai bar di Giugliano. Gli imputati hanno rigettato ogni tipo di accuse mentre Feliciano ha reso solo dichiarazioni spontanee dicendosi estraneo ai fatti.

 

Per le prossime settimane sono previste altre udienze fino alla sentenza che arriverà probabilmente dopo l’estate.