Mugnano votato lo spostamento della Tares

Mugnano votato lo spostamento della Tares

Rateizzazioni Tares, arriva il via libera del Consiglio comunale. Saranno quattro, come previsto da un delibera di giunta che necessitava, tuttavia, di un ulteriore passaggio nell’assise cittadina. Il completamento del pagamento della tassa, i cui aumenti (dal 5 al 45 per cento) sono stati fonte di vibranti proteste da parte dei cittadini, è stato fissato entro la fine di marzo. “Una tassa ingiusta, calata dall’alto – ha tuonato il primo cittadino Giovanni Porcelli – che non tiene conto degli sforzi e delle attuali condizioni economiche dei cittadini. Ci costringono ad autofinanziarci attraverso questa gabella. Dovremmo mobilitarci tutti”. Sulla vicenda sono intervenuti anche i consiglieri di minoranza Mauro Romualdo e Vincenzo Cardone. “Siamo tornati al tempo dei vicerè – spiega Romualdo – l’oppressione fiscale imposta dallo Stato toglie il fiato alle famiglie e non premia chi lavora e si impegna per un ciclo virtuoso dei rifiuti”. Tassa mortificante per i cittadini – gli fa eco Vincenzo Cardone – siamo il comune dell’hinterland con la migliore percentuale di differenziata, eppure i cittadini continuano ad essere vessati”.