Napoli, senti De Laurentiis: “Il Real ci teme, giochiamo come il Barcellona”

Aurelio De Laurentiis ha presentato in queste ore “Natale a Londra” all’Hotel Vesuvio, rilasciando qualche considerazione anche sul momento della SSC Napoli. Ecco le considerazioni del patron azzurro ai microfoni del nostro inviato all’evento: “Abbiamo già fatto partite importanti in passato, vorrei ricordarvi come siamo usciti l’ultima volta dalla Champions League. Abbiamo sempre incontrato squadre di grandissimo livello, il fatto che siamo in Europa da sette anni denota l’importanza di questa squadra, di questa città e di questa società che devono viaggiare a braccetto. L’unica cosa che ci manca è uno stadio all’altezza, ma quello non dipende da me ma dal Comune. Allora se il Comune lo metterà a posto, ma non credo che farà in tempo per la sfida al Real Madrid , quindi ci copriremo la testa di cenere e chiederemo scusa ai nostri ospiti. Il Napoli ha un gioco unico, diverso, forse questo può dare un po’ fastidio al Real Madrid questa squadra che ha natura “sarriana” ma ha dei contatti con qualche gioco del Barcellona ce l’ha. Forse per questo ci temevano, perché per loro può essere una sorta di ulteriore derby e questo è stancante sul piano psicologico. Noi vogliamo sfiancarli.

Higuain? Quando la squadra gioca per un solo giocatore diventa limitante, è raro vedere una squadra vincere per un solo calciatore. È però comprensibile che un giocatore come lui condizioni la squadra, questo però limita la crescita degli altri che in questo contesto invece hanno fatto un ulteriore salto di qualità. Chapeau dunque a Sarri per il lavoro fatto.

Nel film poteva esserci Wanda Nara, quando andai nel suo ufficio per trattare suo marito (Mauro Icardi, ndr) c’era anche un’offerta di partecipazione per lei a questo film di Natale. Chissà che danni avrebbe combinato a Londra

Comprerete qualcuno per la partenza di Koulibaly e Ghoulam in Coppa d’Africa? “Siamo coperti in quelle zone del campo, inutile comprare calciatori per pochissime partite, serve tempo per assimilare il sistema di Sarri come dimostra Rog che solo adesso sta giocando pochi minuti solo adesso. Servono due/tre mesi per capire il sistema di Sarri, comprare qualcuno sarebbe un autogol anche perché come difensori centrali stiamo stra-abbondanti, altrimenti perché lo abbiamo preso Maksimovic che lo abbiamo pagato così caro. Non facciamo scherzi, a noi serve solo una prima punta vera, tradizionale e basta”.

Cosa pensa della clausola da 100 milioni messa da Cairo su Belotti? “Lo ammiro Cairo, è uno che impara presto”.