Marano, cambia la destinazione d’uso: l’ex pretura diventa sede degli uffici comunali

Marano, cambia la destinazione d’uso: l’ex pretura diventa sede degli uffici comunali

Da sezione distaccata del tribunale di Napoli ad uffici comunali. Una delibera di giunta, ratificata lo scorso 5 giugno su proposta degli assessori Gennaro Ruggiero e Giuseppina Pennino, ha sancito il cambio di destinazione d’uso dell’ex pretura di via Nuvoletta, l’immobile sottoposto ad intervento di restyling finanziato (3 milioni e 500 mila euro) in parte con fondi europei e in parte con fondi comunali. Tra qualche mese, ultimati i necessari collaudi tecnico-amministrativi, ospiterà gran parte del personale comunale: quello attualmente impiegato nei settori ambiente, patrimonio, sport, spettacolo, nonché impiegati e funzionari del comparto demografico ed elettorale, dell’ufficio tecnico, dell’area amministrativa e dei servizi sociali. L’attuale municipio – secondo quanto trapelato nelle ultime ore – fungerà da struttura per l’espletamento delle funzioni prettamente politiche. In pratica, uffici per la presidenza del Consiglio, per le riunioni di giunta e pre-consiglio, per gli assessori comunali, per il segretario generale e per il primo cittadino. L’ufficio avvocatura sarà invece dirottato – norme permettendo – al primo o all’ultimo piano dell’immobile di piazzale San Escrivà de Balaguer, per qualche settimana ancora sede della sezione distaccata del tribunale. Con l’imminente spostamento ad Aversa di tutto il personale giudiziario, l’immobile in questione diverrà sede del Giudice di Pace, oggi allocato negli angusti e inidonei spazi di via Cesina.