La maggioranza chiede le dimissioni di Cacciapuoti, il sindaco Gaudieri: “Non revocherò le deleghe, rimpasto a fine anno”.

La maggioranza chiede le dimissioni di Cacciapuoti, il sindaco Gaudieri: “Non revocherò le deleghe, rimpasto a fine anno”.

Sfiduciato dalla maggioranza l’assessore ai lavori pubblici Raffaele Cacciapuoti. Vacilla il gruppo del sindaco Franco Gaudieri. Ieri sera a Villaricca è andato in scena uno scontro che stavolta non si è consumato tra maggioranza ed opposizione ma solo tra i consiglieri che dovrebbero sostenere la fascia tricolore. Motivo del contendere i lavori di via Consolare Campana. I consiglieri di centrosinistra avrebbero accusato l’assessore di non averli informati circa l’andamento dei lavori. Un difetto di comunicazione come ha dichiarato lo stesso primo cittadino Franco Gaudieri che tra l’altro ha parlato di  ingerenze sul suo rapporto fiduciario con l’esponente dell’Udc ed ha ribadito inoltre di non aver nessuna intenzione di revocare le deleghe. “Cacciapuoti resta assessore. A fine anno il rimpasto”.

 

La  mozione di sfiducia è stata proposta da Aniello Granata e Antonio Cacciapuoti e poi appoggiata da tutti i componenti della coalizione a sostegno di Gaudieri. Uno smacco per l’intero gruppo ma le domande sorgono spontanee. E mai possibile che si arrivi ad una mozione di sfiducia solo perché l’assessore non ha avvisato in tempo i consiglieri del territorio sui lavori di via Consolare? Ed ancora: perché la minoranza non l’ha votata?  A rispondere ci pensa Francesco Guarino: “La nostra sfiducia va a tutta l’amministrazione. Ieri si è consumata una pagina indecorosa della politica villaricchese che nei fatti sfiducia il sindaco. Non c’è idea di paese, c’è solo una corsa a qualche poltrona. La poltrona dell’assessorato dei lavori pubblici interessa a qualcuno che appartiene al gruppo”. Sarracino invece  ha addirittura difeso Cacciapuoti dicendo: “Cacciapuoti dovrebbe diventare il sindaco”.

 

Dopo il voto l’opposizione ha anche proposto una mozione di sfiducia anche per l’assessore Mario Molino. Ma la maggioranza ha abbandonato l’aula a seguito della proposta del consigliere Tobia Tirozzi riguardo l’area fiera. “Quello che è successo ieri in consiglio è la sintesi di quanto siano opportunisti e politicamente scorretti alcuni componenti dell’opposizione – ha commentato Molino –  Hanno votato una mozione di sfiducia contro di me soli in aula ed in mia assenza per dimostrare non si capisce che cosa. Da mesi continuano ad attaccarmi solo perché non presto il fianco al consociativismo paesano a cui sono abituati. Di una cosa possono stare certi non affiderò mai l’area fiera ad un privato ma mi batterò affinché resti pubblica a vantaggio di tutti i cittadini.”

 

 

 

29.10.13 Qualcosa non va nella maggioranza a Villaricca. Il problema: la delega ai lavori pubblici di Raffaele Cacciapuoti. Tutta la maggioranza, tranne Castrese Napolano, ha votato una mozione in cui si chiede  la restituzione della delega ai lavori pubblici per Raffaele Cacciapuoti. La richiesta è stata effettuata da Aniello Granata e Antonio Cacciapuoti e poi appoggiata da tutti i componenti della coalizione a sostegno di Gaudieri. L’opposizione invece si è astenuta. Una vicenda insolita motivata dai lavori fatti su Via Consolare Campana che stando alle parole del Granata “è stato l’ennesimo atto in cui Cacciapuoti ha dimostrato di non tenere conto dei propri consiglieri di maggioranza”. A difendere Cacciapuoti il consigliere di opposizione Sarracino che ha dichiarato “Io lo farei Sindaco”. Un fatto anomalo dicevamo in cui a prendere le parti di un assessore non è la sua maggioranza ma parte della minoranza.

Il Sindaco Gaudieri astenutosi sull’atto sta meditando sullo conseguenze di questa presa di posizione della sua maggioranza e rumors lo danno per infastidito da un comportamento che mette in bilico tutta la sua Giunta.

 

La maggioranza ha poi abbandonato l’aula sulla mozione del consigliere Tirozzi sull’area fiera che non aveva gradito l’assenza dell’Assessore Molino.

nt