Il futuro di Insigne in mano a Cesare Prandelli

Il futuro di Insigne in mano a Cesare Prandelli

Lorenzo Insigne ‘rischia’ il taglio da parte di Cesare Prandelli in vista del Mondiale in Brasile. L’attaccante del Napoli è preoccupato in merito alla sua partecipazione alla Coppa del Mondo, una esclusione – riporta l’edizione odierna de Il Mattino – potrebbe dare una brusca sterzata alla carriera del talento di Frattamaggiore: l’esclusione dal gruppo azzurro potrebbe spingere Lorenzinho a chiedere certezze sul suo futuro al Napoli al presidente Aurelio De Laurentiis e al tecnico Rafael Benitez.

Il contratto di Insigne – rinnovato lo scorso settembre – è valido fino al giugno 2017, ma il calciatore (come fatto intendere dal suo agente) potrebbe preferire una squadra che lo metta in condizione di esprimersi al massimo nel suo ruolo naturale. Quest’anno il talento ex Pescara ha avuto un ruolo molto sacrificato che solo lui poteva fare visto i polmoni giganteschi che si ritrova.

Un ruolo da tornante si diceva una volta che lo ha portato a fare su e giù la fascia innumerevoli volte ma questo gli ha tolto molto sotto il piano realizzativi e spesso è stato imbeccato dal pubblico per queste sue piccole debolezze. Il futuro di Insigne passa dunque anche dalle scelte di Prandelli.