Congressi Pd: Carpentieri nuovo segretario provinciale del partito. Passa Morra a Marano. A Giugliano unanimità su Giuliano Quaranta

Congressi Pd: Carpentieri nuovo segretario provinciale del partito. Passa Morra a Marano. A Giugliano unanimità su Giuliano Quaranta

Conclusi i lavori in tutta la provincia con la vittoria schiacciante di Carpentieri sostenuto da tutto il partito che pare sfiori il 65% contro il 35% di Cimmino che comunque da solo ha dimostrato di avere una forza non indifferente. Vediamo cosa è successo nei nostri territori.

 Giugliano. La fase congressuale si chiude con un partito che dopo mesi di guerre intestine ritrova l’unità. Venerdì sera infatti dopo una riunione fiume si è riusciti a convergere tutti sul nome di Giuliano Quaranta già vice segretario. Al suo fianco con ogni probabilità Pasquale Casoria. Soddisfatto il segretario uscente Russo: “Come ultimo atto, grazie alla maturità di tutti, sono riuscito a riportare unità in un circolo lacerato da incomprensioni che avevano poco a che fare con la politica. Ora è il momento di lavorare tutti insieme e con la candidatura unitaria di Giuliano ci sono tutti i presupposti per farlo”. Tra le novità l’ingresso nel partito di Adriano Castaldo figlio dell’ex Sindaco dicentro destra Antonio e il rientro nel direttivo di Mimmo Taglialatela.

A Villaricca invece è eletto con il consenso di tutti Arabia figlio del compianto Enzo. Qui però la novità più importante è il rientro nel partito di tutto il gruppo Napoli nord capitanato da Molino, Mastrantuono e Di Marino.

 

A Mugnano confermata con lista unica Elisabetta Riccio anche qui all’unanimità. Niente tessera per ora per il Sindaco Porcelli che ha preferito evitare scontri e non partecipare direttamente ai lavori.

 

A Melito anche qui una riconferma per il Segretario Mariani. Carpentieri nella sua città strappa solo 5 delegati a fronte dei 4 di Cimmino sostenuto dalla deputata della città Micaela Roastan.

 

Marano. E’ stata un’autentica corsa al tesseramento, complice un regolamento nazionale che è stato criticato da più parti, con il numero degli iscritti pressoché raddoppiati (dai 260 di sabato ai 499 di ieri sera) nell’arco di 24 ore. Una riedizione delle primarie dello scorso aprile, una resa dei conti interna che questa volta, però, ha visto vincitore Matteo Morra. L’ex assessore all’Urbanistica della giunta Perrotta, battuto qualche mese fa da Michele Palladino, ha avuto la meglio su Crescenzo Coppola. Sarà Morra dunque il nuovo leader del partito locale, che era reduce da alcuni mesi di commissariamento. La due giorni del congresso dei democratici si era aperta con le parole di congedo dell’ormai ex commissario Giuseppe Balzamo. “In questi pochi mesi ho potuto fare ben poco, lascio un partito che ancora oggi è fortemente segnato dalle contrapposizioni di carattere personale”. I numeri parlano di una vittoria non schiacciante: 265 voti per Morra (55 per cento), 209 per Coppola (45 per cento). Nel direttivo entrano: Simioli, Mercogliano, Di Luccio, Santopaolo, Amitrano, Napolitano, Vanessa, Accarino, Iannone, Cacciapuoti, Rossetti, De Vita, Coppola, De Magistris, Lobosco, Leopardi, Carbone, Sorbillli, Lepre, Casafina e i consiglieri comunali Paragliola, Sorrentino nonché l’ex sindaco Perrotta, tutti con diritto di voto. Eletti all’assemblea provinciale Ketty Mercogliano, Susy Santopaolo, Davide Di Luccio e Crescenzo Coppola. Plebiscito per il candidato alla segreteria provinciale Venanzio Carpentieri, attuale sindaco di Melito.

Le dichiarazioni.

 

 

 

Il neo segretario Matteo Morra: “Sono sicuro che con il voto di ieri si è chiuso un periodo di conflitto interno e che ha portato anche alla sconfitta elettorale. Gli strumenti che avevamo a disposizione, come quella relativa alla possibilità di iscriversi a votazione in corsa, non hanno consentito un confronto serio. Così si alimentano solo divisioni e si esasperano i personalismi. Ci sono tuttavia molti punti di convergenza tra le due mozioni presentate. Abbiamo l’onere di ritessere un progetto di condivisione; ci sono tutte le condizioni per ricostruire il partito”.

Crescenzo Coppola: Faccio gli auguri di buon lavoro al neo segretario Morra. Ringrazio le 209 persone che hanno deciso di sostenere la mia candidatura, coloro che hanno fatto parte della lista da me presentata e che hanno lavorato accanto a me in questi giorni”. In precedenza, dalle pagine di Facebook, lo sfidante di Morra aveva pubblicato il seguente post: “In poche ore sono state tesserate quasi 250 persone. Quelle fatte fino a sabato erano solo 262. Un tesseramento dunque fuori da qualsiasi logica. I vecchi tesserati sono stati circa 100. Circa 400 sono nuove tessere: un grande successo (per le casse del circolo). Spero di rivedere queste 400 persone anche durante gli incontri e i dibattiti”.

 

Calvizzano: Il neo segretario di circolo è Veneruso

 

A Qualiano il congresso provinciale non è stato celebrato, per disguidi interni di varia natura, dichiara Raffaele De Leonardis. Tuttavia, continua il segretario della sezione del PD di Qualiano, “chiederemo la possibilità di convocare il congresso sezionale entro venti giorni a partire da oggi”. La sezione qualianese del più grande partito di maggioranza, dunque, è in ritardo per la presentazione dei delegati, ma il segretario si mostra fiducioso entro il prossimo 8 dicembre, termine di scadenza per il tesseramento.