Esclusiva- Paulinho, l’agente: “Difficile l’approdo a Napoli, deve giocare titolare. Damiao? Non è conveniente”

Esclusiva- Paulinho, l’agente: “Difficile l’approdo a Napoli, deve giocare titolare. Damiao? Non è conveniente”

Eugenio Ascari, agente Fifa esperto di calcio sudamericano, è intervenuto in diretta telefonica durante ClubNapoli AllNews in onda quotidianamente su Teleclubitalia: “Le cessioni dovranno esserci del Napoli ma forse per alcuni i giudizi di quest’anno sono troppo ingenerosi: mi riferisco a Maggio, su tutti, perché ha avuto una flessione di qualche mese. Può sempre esprimere il suo contributo anche se gioca nella difesa a 4, nonostante la concorrenza di Henrique che ha fatto molto bene negli ultimi mesi. Bocciarlo, per me, è eccessivo, perciò lo lascerei in rosa. Ci sono altri giocatori che possono partire: è arrivato Koulibaly quindi è probabile che Britos possa lasciare Napoli, stesso discorso per Dzemaili e Pandev, il quale ha buon mercato. Per Zuniga il discorso è diverso, la clausola di 35 milioni è fuori mercato: il suo mercato dipende anche dall’esito dei suoi mondiali. Behrami invece interessa in Germania“.

Ascari detiene la procura di Paulinho, attaccante del Livorno: “Il Napoli ha probabilmente monitorato Paulinho perché nelle ultime stagioni ha giocato molto bene. Lui ha 28 anni e per la sua carriera sarebbe meglio andare a giocare da titolare.

Per accorciare la distanza con la Juve serve aumentare la qualità tecnica del complesso e non basta Koulibaly; il Napoli ha le idee chiare e sa che per alzare l’asticella serve l’inserimento di un paio di fuoriclasse, così da far bene anche in campo europeo. E’ bene che si parli di Mascherano e Gonalons. In Sudamerica c’è qualcosa di interessante: Damiao è un grande calciatore, ma portarlo a Napoli con cifre altissime per poi fargli fare il vice Higuain non è conveniente a nessuna delle parti“.