Ancora un arresto per contrabbando ad Aversa, trasportava “cheap white”, la nuova frontiera delle sigarette

Ancora un arresto per contrabbando ad Aversa, trasportava “cheap white”, la nuova frontiera delle sigarette

I Finanzieri del Gruppo di Aversa hanno tratto in arresto un cittadino di nazionalità italiana, tale A.G. di 43 anni originario di Napoli, colto in flagranza di reato mentre trasportava sigarette di contrabbando con la propria autovettura.

I militari della Guardia di Finanza, impegnati nella zona compresa tra le province di Caserta e Napoli in servizi di controllo economico del territorio e di contrasto del traffico e della minuta vendita di t.l.e., hanno controllato una Fiat Marea che transitava in maniera sospetta per le vie del comune di Afragola.

La successiva ispezione dell’automezzo permetteva di rinvenire nel bagagliaio 40 Kg. di sigarette di contrabbando. Il dato allarmante riguarda la tipologia delle “bionde” sequestrate, quelle che in gergo le chiamano “cheap white’” e, cioè, sigarette prodotte legalmente in alcuni Paesi dell’Est e del Medio Oriente, spesso con pacchetti molto simili alle marche più conosciute ed acquistate in Europa, non ammesse alla vendita all’interno della Ue perché considerate non rispondenti agli standard di sicurezza comunitari e, quindi, estremamente nocive per la salute degli ignari consumatori. Queste sono sempre più diffuse sulle bancarelle, anche perché in tempi di crisi economica il loro prezzo, che può essere più basso anche di 2-3 euro rispetto ai “pacchetti” tradizionali, sembra incoraggiare il mercato clandestino del contrabbando.

Per l’elevato quantitativo di “bionde” rinvenute A.G. è stato tratto in arresto e posto a disposizione della Procura della Repubblica di Napoli Nord, che ha disposto l’applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del processo con rito per direttissima.

Sono in corso indagini per risalire alle rotte di approvvigionamento del t.l.e. ed individuare eventuali altri responsabili del contrabbando, fenomeno che, dopo un periodo di forte calo, risulta, negli ultimi anni, essere in sensibile ripresa, sia sotto il profilo della vendita al minuto che dei grandi traffici, specie nei territori dei comuni casertani limitrofi all’area metropolitana di Napoli.

Anche questa operazione di servizio rappresenta un’ulteriore conferma dell’impegno profuso dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Caserta nel contrasto ai traffici illeciti nello specifico comparto operativo, nell’ambito del quale, nei primi quattro mesi dell’anno, sono stati effettuati 80 interventi, denunciati 67 soggetti all’Autorità Giudiziaria, di cui 3 in stato di arresto e sequestrati oltre 600 Kg. di sigarette di contrabbando.