Trovato a Marano l’arsenale del boss Riccio. C’erano anche due kalashinikov. Video

 

 

Questa mattina, nell’ambito di mirate attività di controllo svolte dai poliziotti del Commissariato di Scampia a seguito degli episodi delittuosi avvenuti nelle ultime settimane nei Comuni della zona a nord di Napoli, in una boscaglia incolta, sita nella zona di Cupa Malizia nel comune di Marano, è stato rinvenuto un vero e proprio arsenale composto da:

– un fucile mitragliatore Ak 47 (kalashinikov);

– un fucile mitragliatore Ak 47( kalashinikov) proveniente dalla ex Jugoslavia;

– un revolver 38 Special Taurus con matricola punzonata e carica con 5 munizioni cal. 38;

– due pistole Beretta semiautomatica mod. 92 S parabellum cal. 9, una con matricola punzonata ed una con matricola abrasa;

– una pistola semiautomatica mod. Desert Eagle cal 357 magnum con matricola punzonata;

– una pistola semiautomatica mod. Colt mkIV/series 80 cal. 9 corto con matricola abrasa;

– una 1 pistola semiautomatica cal. 9 corto con matricola abrasa;

– circa 500 circa munizioni di vario calibro.

Le armi, tutte in ottime condizioni, erano perfettamente conservate in un borsone nascosto a sua volta in un bidone in plastica sotterrato in una sterpaglia.

Dai risultati emersi dai primi accertamenti, gli investigatori della Polizia ritengono che le armi dovrebbero essere riconducibili al gruppo capeggiato dal noto Mario Riccio, detto Mariano, catturato dai poliziotti di Scampia lo scorso febbraio dopo una lunga latitanza e ritenuto il referente del clan Amato-Pagano.