Beatificazione Padre Vergara, Mons. Spinillo: Un evento storico

Beatificazione Padre Vergara, Mons. Spinillo: Un evento storico

“Per la diocesi e la città di Aversa, che si avvia alla celebrazione del suo primo millennio di vita, questo è un evento storico”.

Lo ha affermato questa mattina giovedì 8 maggio Mons. Angelo Spinillo, vescovo di Aversa, presso il Salone della curia diocesana in occasione della conferenza stampa di presentazione del Rito di Beatificazione per il riconoscimento del Martirio “in odium fidei” dei Servi di Dio Padre Mario Vergara e del catechista Isidoro.
“Per la prima volta”, ha spiegato il vescovo di Aversa, “il rito di beatificazione verrà celebrato nella Chiesa Cattedrale di Aversa. Padre Mario Vergara è inoltre vissuto in un tempo relativamente vicino, essendo stato ucciso nel 1950 quando aveva quarant’anni. Ecco, la sua giovane età ci dice molto dello slancio missionario di questa nostra comunità. Il missionario parte con il desiderio di poter annunziare il vangelo, conquistare a Cristo le anime che ancora non lo conoscono. Evangelizzazione e missione, dunque, non proselitismo”.
La beatificazione, precisa Mons. Spinillo, non avviene unicamente per il modo in cui Padre Mario fu ucciso, né per la lontananza del paese in cui egli si era recato, ma “è il riconoscimento di come l’opera e la testimonianza, sua e del catechista Isidoro, sia stata vissuta nella luce della fede, in obbedienza alla volontà di Dio, come partecipazione generosa a quella carità che è il dono della misericordia di Dio verso di noi”.

Il percorso che porterà il prossimo 24 maggio alla beatificazione di Padre Mario Vergara e del catechista Isidoro parte dal lontano 2000. “La prima pietra fu posta in occasione del cinquantesimo anniversario della sua uccisione”, spiega don Sossio Rossi, parroco della Basilica di San Sossio in Frattamaggiore.

“L’attenzione verso la possibilità di intraprendere la causa di beatificazione incontrò segnali positivi nel 2003, quando ebbe inizio l’indagine e la raccolta dei dati. A distanza di dieci anni, il 3 dicembre 2013, c’è stata la decisione unanime del Congresso Ordinario dei Cardinali e Vescovi, Membri della Congregazione delle Cause dei Santi, a favore del riconoscimento del loro martirio in odium fidei”.
Le iniziative che accompagneranno l’evento per tutto il mese di maggio, ha concluso don Sossio Rossi, “sono state pensate e organizzate in modo da coinvolgere attivamente il nostro territorio”.

Infine, don Carlo Villano, responsabile dell’Ufficio Comunicazioni Sociali, ha aggiunto che il Rito di Beatificazione del prossimo 24 maggio alle ore 18,00 presso la Chiesa Cattedrale San Paolo di Aversa verrà trasmessa in diretta dall’emittente Capri Event e in differita da Tv2000 e TelePace.