Esclusiva: parla l’uomo che ha tentato il suicidio dopo essere stato licenziato: “Ho famiglia, non dormo da 5 giorni”. Video.

Esclusiva: parla l’uomo che ha tentato il suicidio dopo essere stato licenziato: “Ho famiglia, non dormo da 5 giorni”. Video.

Abbiamo raggiunto al telefono A.A. l’uomo che ha tentato il suicidio dopo essere stato licenziato.

Aggiornamento. Ha minacciato il suicidio dagli uffici dell’Asl di via Marchesella. Questa mattina un giovane dopo essersi rinchiuso in uno dei locali al quarto piano ha messo in scena una vera e propria forma di protesta. Motivo del gesto? Il licenziamento dalla ditta di pulizie presso cui lavorava e che opera nel distretto 58 dell’azienda sanitaria.

LA DINAMICA – Erano circa le 9 quando l’uomo si è introdotto nella sede dell’Asl e ha raggiunto il quarto piano scatenando il panico. Si è sporto al balcone e minacciato più volte di lanciarsi nel vuoto chiedendo il reintegro. Veri e propri momenti drammatici dunque questa mattina in via Marchesella che hanno generato terrore, attirando l’attenzione di passanti e residenti della zona increduli di ciò che stava accadendo.

L’INTERVENTO DELLE FORZE DELL’ORDINE – Gli attimi concitati sono stati però placati grazie all’intervento della guardia di finanza, dei carabinieri e dei vigili del fuoco che hanno scongiurato il peggio, prelevando il ragazzo e portandolo in caserma.

IL LICENZIAMENTO – I motivi del licenziamento pare fossero dovuti ad alcune assenze sul posto di lavoro a seguito di alcuni accertamenti. Secondo il sindacato però l’uomo avrebbe regolarmente presentato prove della sua presenza.

Dopo essere stato prelevato, il giovane è stato colto da malore e trasportato al San Giuliano dove al momento è ricoverato.