Evasione da film a Santa Maria Capua Vetere, sega le rete con una cesoia

Evasione da film a Santa Maria Capua Vetere, sega le rete con una cesoia

Napoli. Scene da film nel carcere di Santa Maria Capua Vetere. Ha approfittato di un momento di assenza della cosiddetta vigilanza «dinamica» – una ronda della polizia penitenziaria che, per scarsità di personale, fa il giro periodicamente lungo il perimetro del penitenziario per controllare i detenuti cosiddetti lavoranti – per fuggire dal carcere di Santa Maria Capua Vetere grazie all’utensile che usava per il suo lavoro di giardiniere recluso, ovvero una sorta di forbice-cesoia con la quale ha tranciato parte di una recinzione nella zona esterna all’intercinta della struttura.

È evaso così, ieri mattina, intorno alle dieci e trenta, un detenuto straniero, N.S., 35 anni, che avrebbe dovuto scontare altri quattro anni di carcere a fronte di una condanna superiore. L’allarme è stato dato dagli stessi agenti penitenziari.

Fonte: Il Mattino