Marano, operatori ecologici-Falzarano: ancora malumori. Ma si esclude una nuova emergenza rifiuti

Marano, operatori ecologici-Falzarano: ancora malumori. Ma si esclude una nuova emergenza rifiuti

Ancora lamentele sul fronte dei pagamenti agli operatori ecologici in servizio presso la ditta Falzarano. Il ritardo nel pagamento degli emolumenti mensili sarebbe originato dal mancato rilascio del Durc (Documento unico regolarità contributiva) e dai ritardi nella formalizzazione del contratto di proroga: quella operata dall’Ente comunale lo scorso dicembre. Torna alla carica anche il sindacato Mediterraneo, che lamenta il mancato pagamento del Tfr sul fondo pensione degli operatori ecologici. Sul piano pratico, ovvero di una paventata nuova emergenza rifiuti per le strade cittadine, non vi dovrebbero essere particolari ripercussioni. “La ditta che ha in gestione il servizio ha intenzione di pagare i propri dipendenti – assicura l’assessore all’Ecologia e all’Ambiente Gaetano Orlando – Si tratta di piccoli problemi burocratici che saranno risolti nell’arco delle prossime ore”. La Falzarano, ditta con sede ad Airola che da anni opera a Marano in regime di proroga, salvo imprevisti, espleterà il servizio almeno fino alla fine dell’anno, in quanto con ogni probabilità la Sua (Stazione unica appaltante) non riuscirà -entro giugno – a completare l’iter per il nuovo bando di gara.

Tags