Arrestato Antonio Lo Russo, era residente con una carta di identità rubata al comune di Giugliano

Arrestato Antonio Lo Russo, era residente con una carta di identità rubata al comune di Giugliano

Con un blitz a Nizza è stato arrestato Antonio Lo Russo Jr, figlio del boss pentito Salvatore Lo Russo. Nel blitz, con Antonio, anche suo cugino Carlo, detto Lellè. Il latitante, inserito nella lista dei 100 più pericolosi al mondo, è accusato di associazione camorristica come presunto promotore del clan di famiglia ed era ricercato dal 5 maggio 2010. Antonio Lo Russo deve scontare una condanna a vent’anni di reclusione mentre Carlo era latitante per il tentato omicidio di Giovanni Lista.

A Nizza era dimagrito 21 chili ed era residente grazie a delle carte di identità false risultate rubate nei comuni di Napoli e Di Giugliano

Antonio è saltato agli onori della cronaca nei giorni successivi al Napoli-Parma dell’Aprile 2010 perché lo immortalarono a bordocampo con gli abiti da giardiniere.