Esclusiva- Laudisa: “Grande rivalità tra Benitez e Conte”

Esclusiva- Laudisa: “Grande rivalità tra Benitez e Conte”

Carlo Laudisa, giornalista della Gazzetta dello Sport, è intervenuto a Club Napoli All News, in onda su Teleclubitalia: “La querelle tra Conte e Benitez? É una polemica che crea fraintendimenti. Conte, principalmente, si riferiva a Benitez, c’è rivalità tra i due tecnici, come è prevedibile tra due personaggi di spicco con caratteristiche completamente diverse tra loro. Conte ha fatto il meglio possibile in questi anni e anche Benitez ha cominciato bene la sia esperienza con il Napoli. Un paragone tra le due squadre è improponibile, perché valutando anche le medie, da entrambe le parti non vengono dichiarate cose inesatte. Sia Benitez quando snocciola i suoi numeri dice cose concrete, sia Conte ha ragione quando parla di investimenti, nella stagione Marotta c’è stata difatti oculatezza, si sono presi ad esempio giocatori a parametro zero, come Pogba. C’è stata anche la bravura dei dirigenti. Così come il Napoli ha messo a segno colpi elevatissimi. La differenza sostanziale è nel tetto ingaggi, fissato a 65 milioni per il Napoli, intorno ai 100 per la Juve. Ciò perché la Juve è una società che, per blasone, deve vincere a tutti i costi e alcune spese del passato hanno causato un sovraccarico, rischiando poi di essere in difficoltà economica. Conte, che ha recuperato dei giocatori e ne ha valorizzato, è stato decisivo. Per questo la polemica tra i due la definisco stucchevole, perché non fotografa bene la realtà di questi anni. La Juve ha ottenuto risultati eccellenti, così come il Napoli ha proseguito una strada più lenta di crescita, però non meno tortuosa. Continuo a pensare che Juve e Napoli abbiano fatto meglio delle milanesi, che hanno problemi economici importanti e che stanno trovando difficoltà da cui sembra difficile che ne possano uscire a breve. Ecco perché credo che sia meglio che Conte e Benitez le polemiche le facciano sul gioco. Quando il Napoli potrebbe vincere lo scudetto, tenendo conto degli avversari? Lo scudetto è un obiettivo che il Napoli si può porre. Vorrei sottolineare che neanche il Napoli di Maradona ha mai avuto continuità in Europa, come invece il Napoli di De Laurentiis, prima con Mazzarri, ed ora con Benitez, ha fatto. Ed io vedo proprio in questa continuità un ottimo presupposto per il campionato. La Juve resta poi un’avversaria credibilissima , la stessa Roma ha fatto dei progressi enormi, gli investimenti fatti nell’ultimo triennio si stanno rivelando brillanti. Inoltre, Milan ed Inter hanno un peso ed un blasone tali che non vanno mai sottovalutati. Quindi lo scudetto non è programmabile, ma legato a mille circostanze. L’importante è che il Napoli ribadisca prestazioni esemplari sia in campionato che in Europa. Chi vincerà la Champions? È chiaro che il Bayern Monaco sia la favorita, ma mi incuriosisce il Real Madrid, perché nonostante i recenti problemi in Liga, in Champions ha fatto prestazioni eccellenti, con una rosa di altissimo livello e con un allenatore come Ancellotti che è un esperto di queste competizioni.”