Discarica a Chiaiano, il destino del nuovo invaso da scrivere in 15 giorni

Discarica a Chiaiano, il destino del nuovo invaso da scrivere in 15 giorni

Quindici giorni per decidere del destino della nuova discarica a Chiaiano. In questo lasso di tempo il commissario antidiscariche, Raffaele Ruberto, acquisirà i pareri di tutte gli enti chiamati a partecipare alla conferenza dei servizi che si svolta stamani a Napoli. Nel corso del summit, che si è tenuto a Napoli, Provincia, Regione e Comune hanno già manifestato la loro netta contrarietà all’ipotesi paventata da Ruberto. Gli attivisti dell’area a nord di Napoli erano presenti all’esterno del palazzo di via Bovio. Giovedì, sempre a Napoli, si discuterà anche dell’ipotesi di un nuovo sito a Giugliano.

 

10.00 – Discarica Chiaiano, sta per iniziare la conferenza dei servizi convocata dal commissario antidicariche Raffaele Ruberto. Sul posto decine di attivisti dei movimenti antidiscariche, che avevano già manifestato sabato a Chiaiano e nei comuni limitrofi al parco della colline di Napoli. Contrari anche il Comune di Napoli, la Provincia e l’assessore regionale Paolo Romano. Dalle pagine del Mattino, Ruberto fa sapere intanto che ogni decisione su Chiaiano dovrà essere adottata entro i prossimi 30 giorni e che “le posizioni politiche non potranno fermare l’eventuale decisione di aprire un nuovo sito a Chiaiano”.

 

Di Giugliano si discuterà giovedì 3 aprile sempre in Regione.