“Premio Cultura San Giuliano Martire”

“Premio Cultura San Giuliano Martire”

Si svolgerà lunedì 28 ottobre, presso la sala teatro del Primo Circolo Didattico la serata di premiazione del “Premio Cultura San Giuliano Martire”, giunto quest’anno alla sua UNDICESIMA edizione. Ancora una volta, grazie all’impegno del Presidente della Pro Loco Città di Giugliano, Mimmo Savino, e dell’Amministrazione Comunale saranno premiati tutti i migliori studenti giuglianesi. Il premio è infatti destinato a tutti i diplomati e laureati, residenti nel Comune di Giugliano, che si sono particolarmente distinti per impegno e rendimento negli studi, conseguendo nell’anno scolastico o accademico 2012/2013, il diploma o la laurea con il massimo dei voti, rispettivamente 100/100 e 110 e lode.

 

 

Durante una serata di gala, che è aperta anche ai curiosi, ai giovani studenti sarà consegnata una pergamena ricordo ed una scultura che riproduce il “Sole Cumano”, l’antico bassorilievo posto alla base del campanile della chiesa Collegiata di Santa Sofia. Questo, insieme alla “Donna pregna dormiente” e a “Santa Sofia”, venne trafugato anni fa ma oggi è possibile ammirarne una copia -opera di un rinomato scultore di Amalfi- che la Pro Loco, a sue spese, ricollocò nel suo luogo di origine nel 2004, restituendo così alla città quello che può essere considerato uno dei simboli di Giugliano.

 

 

Come da tradizione, nel corso della serata saranno assegnati anche i “Premi Speciali alla Carriera Giovan Battista Basile”, così denominati in omaggio al celebre scrittore e favolista giuglianese autore de “Lo Cunto de li Cunti”. Tali premio sono assegnati quest”anno al Maestro Luigi De Filippo, figlio dell’indimenticabile Peppino, per aver saputo coniugare tradizione ed innovazione e alla dottoressa Lucia Del Mastro, ricercatrice oncologa natia di Agnone Cilento che da tanti anni vive e lavora a Genova. La Del Mastro riceverà l’ambito riconoscimento per aver scoperto la Triptolerina, una sostanza che garantisce alle giovani donne colpite da cancro al seno e che debbono sottoporsi a cicli particolarmente invasivi di chemioterapia la possibilità di conservare la fertilità. Una scoperta, questa, che è stata salutata dalla comunità scientifica mondiale come rivoluzionaria e che ha trovato ampio rilievo sui principali quotidiani di tutto il mondo.

Si conferma, in tal modo, l’importanza di questi due premi organizzati e voluti fortemente dalla Pro Loco e che, tra l’altro, posso fregiarsi dell’Alto Patrocinio Morale da parte della Presidenza della Repubblica, della Presidenza del Consiglio, del Senato e della Camera, nonché di quello della Presidenza della Regione Campania e della Provincia di Napoli.