Il Napoli vince un pessimo Derby del Vulcano. Callejon versione Naruto

Il Napoli vince il Derby del Vulcano grazie ad un 4-0 che ammazza il Catania nel primo tempo. La squadra di Maran deve fare a meno di Spolli e Bergessio ma anche Benitez in avvio rinuncia a due pedine importanti come Albiol ed Higuain preferendo ai Galacticos Britos e Zapata che da titolare riesce a mettere dentro i suoi primi due goal in Serie A e di conseguenza anche la prima doppietta. Le reti del colombiano sono tutt’altro che spettacolari, la prima da punta vera, la seconda molto grossolana con il pallone che rimbalza sulla sua schiena prima della rete. Goal fortunoso anche di Callejon su suggerimento di Insigne che dopo l’uscita di Hamsik a fine partita, indosserà anche la fascia da capitano. Capolavoro di Henrique che ha ricordato il celebre goal di Van Basten nella finale dell’Europeo 1988, il resto arriva per rimpalli e confusione. I goal del Catania sono su calcio piazzato e con marcature non impeccabili da parte degli azzurri, oggi in maglia gialla che continua a portar bene.

Dopo il 4-0 il Napoli torna dagli spogliatoi visibilmente rilassato, non vuole infierire su un elefante agonizzante, il Catania però ne approfitta e accorcia di 2 lunghezze.
Le due formazioni erano scritte, tanto turnover sia in vista della partita con la Juve sia perché gli infortuni hanno rotto le uova nel paniere di Benitez. Da segnalare anche un problema a Zapata che è uscito proprio per via di un problema fisico.
La partita la si può leggere con il 4-0 per il Napoli nel primo tempo ed il 2-0 per i catanesi nel secondo tempo che ad un certo punto hanno creduto alla remuntada, fortunatamente non conclusasi ma non avrebbero demeritato perché nel primo tempo hanno comunque preso 2 pali.

Ancora una volta si salva un encomiabile Callejon. Come Naruto usa la Moltiplicazione Superiore del Corpo e riesce a stare in ogni pare del campo, in ogni momento, e sempre nel migliore dei modi. Pazzesco.
Napoli francamente brutto, Catania peggiore con la scusante di un clima pesantissimo. I tifosi siciliani quasi sostenevano più il Napoli che i propri beniamini ed anzi sono volati insulti e minacce.
Nota finale, l’unica positiva, è proprio il rapporto tra le due tifoserie. Il gemellaggio tra Napoli e Borussia Dortmund nasce proprio grazie agli etnei che quest’oggi hanno accolto i 300 tifosi partenopei portandoli a pranzo fuori. Durante il match tanta sportività e rispetto, a fine partita di nuovo amicizia con abbracci e cori. Si è sentito il “Chi non salta è juventino” ed uno splendido “Tornerete in Serie A” da parte degli azzurri.
Pessimo spettacolo in campo, trionfa l’amicizia tra Napoli e Catania.