Marano, diktat del Comune: sei giorni per completare il trasloco nella villa confiscata di via Marano-Quarto

Marano, diktat del Comune: sei giorni per completare il trasloco nella villa confiscata di via Marano-Quarto

Avranno ancora sei giorni di tempo gli ex occupanti della villa confiscata in via Marano-Quarto, già sgomberata lo scorso novembre in seguito a una sequela di ricorsi amministrativi, per ultimare le operazioni di trasloco intimate già a suo tempo dal Comune di Marano. Ieri l’ente cittadino, attesi alcuni mesi, era intenzionato a provvedere autonomamente alle operazioni richiamate nel vecchio provvedimento. Poi, seppur in extremis, è stato raggiunto un accordo tra le parti. Sul posto è già arrivata la ditta contattata dagli stessi occupanti. La vicenda è seguita dal dirigente dell’area tecnica del Comune, Agostino Di Lorenzo, e dal consulente legale dell’Ente, l’avvocato Saverio Griffo, nonché dalle forze di polizia di Marano e Giugliano. Una delle occupanti dell’immobile, la signora Angela Tania Orlando, poco meno di due mesi fa aveva formalmente diffidato il Comune di Marano, lamentando di non aver ricevuto alcuna notifica di sgombero.