Arrestati in Salento grazie a Fb, ecco le foto della rapina

Arrestati in Salento grazie a Fb, ecco le foto della rapina

[ot-gallery url=”http://www.teleclubitalia.it/gallery/le-immagini-della-rapina-in-salento/”]

Incastrati da un “mi piace”. Ai tre rapinatori e ai loro due presunti appoggi i carabinieri della compagnia di Tricase diretti dal tenente Simone Clemente sono arrivati spulciando profili facebook, con foto e relativi commenti. Grande aiuto è stato fornito anche dalle immagini delle telecamere di videosorveglianza della filiale Monte dei Paschi di Siena rapinata nel pomeriggio di ieri a Tricase. Da qui dettagli che non hanno lasciato scampo alla banda in trasferta nel Salento da Giugliano in Campania

Antonio Di Napoli, 24 anni, e Raffaele Errichiello, di 26, sono finiti in manette nella notte,insieme a un minore di 16 anni, M.F. La sorella di quest’ultimo, nonché fidanzata di Errichiello, partenopea di 23 anni, e un uomo di Tricase 44enne, casellante, sono stati denunciati con l’accusa di favoreggiamento. L’intero gruppo è stato sorpreso nella notte all’interno della casa cantoniera al momento del blitz Stavano festeggiando il colpo riuscito

Aveva eluso i controlli nascondendo il taglierino, che una volta dentro ha estratto per minacciare dipendenti e clienti.

Senza alcun’altra arma hanno minacciato i presenti di non fare scherzi e si sono avvicinati alle casse dalle quali hanno prelevato tutto il denaro: oltre 9mila euro. Bottino in pugno, si sono poi dati alla fuga a piedi.

Durante le perlustrazioni dei carabinieri a catturare  l’attenzione è stata una Nissan Juke di colore grigio. La targa risultava intestata a una ragazza della provincia di Napoli. I tasselli aumentavano e il quadro si stava facendo sempre più chiaro. La svolta sul profilo facebook della giovane donna, dove tra le foto salvate compariva un “mi piace” di S.A., il 44enne originario di San Cesario di Lecce, ma residente a Tricase, da poco tempo fermato a Napoli per un controllo.

Le ulteriori indagini hanno presto chiarito il perchè. Il salentino avebbe una relazione sentimentale con la mamma della ragazza e del minore, che come detto sono fratelli. Proprio su una delle immagini presenti sempre sul social network ce n’era una che raffigurava il giovane entrato nell’istituto bancario a volto scoperto.

Raccolti questi indizi, all’una di questa notte i carabinieri del Nor della compagnia di Tricase hanno deciso di agire. Hanno accerchiato la casa cantoniera dove il gruppo aveva trovato ospitalità e hanno interrotto la loro festa.