Casale per Don Diana: stamattina in piazza istituzioni e studenti per il parroco ucciso dalla camorra

Casale per Don Diana: stamattina in piazza istituzioni e studenti per il parroco ucciso dalla camorra

A vent’anni dalla scomparsa del martire della legalità, ucciso da un sicario del Clan De falco mentre si accingeva a celebrare la funzione mattutina, in migliaia, quasi 40.000 ragazzi provenienti da tutta la regione Campania, hanno marciato tra le stradine di Casal di Principe .

La funzione. La giornata è iniziata con la funzione liturgica svolta dentro la parrocchia di San Nicola a Bari ed stata svolta dal vescovo Angelo Spinillo e dall’ex vescovo della diocesi normanna, Mario Milano, insieme ai tanti altri parroci accorsi per collaborare durante la funzione.

Tante le personalità presenti durante la messa, a partire dal commissario prefettizio Colucci, l’ex procuratore aggiunto di Napoli Federico De Raho, oggi procurate della Repubblica di Reggio Calabria, il presidente dell’associazione Libera Don Luigi Ciotti e il membro della commissione giustizia Lucio Romano.

La manifestazione. Al termine della funzione, i presenti si sono recati presso lo spiazzato adiacente allo stadio comunale di Casal di Principe, dove già erano radunati migliaia di giovani provenienti da tutta la Campania. Tutti insieme per rendere ancora una volta vivo il ricordo di un martire morto per amore del suo popolo.
Una marcia, che inizialmente doveva ospitare 15.000 manifestanti, che in pochi minuti sono diventati il doppio e che compatti hanno sfilato lungo le vie di Casale, insieme a personaggi de panorama istituzionale, come Rosy Bindi e Rosaria Capacchione.

Il corteo, prima di raggiungere il cimitero, si sono fermati simbolicamente dinanzi la parrocchia ed infine in tanti hanno dato un ultimo saluto presso la sua tomba.