Caiazza: “Hamsik va tutelato. EL? Il Napoli ha la possibilità di ribaltare il risultato”

Caiazza: “Hamsik va tutelato. EL? Il Napoli ha la possibilità di ribaltare il risultato”

Salvatore Caiazza, giornalista de Il Roma, intervenuto in diretta a Club Napoli All News, in onda su Teleclubitalia, ha dichiarato: “Il Napoli non ha perso la faccia, nè ha perso la possibilità di ribaltare il risultato al San Paolo, avendo perso uno a zero e in virtù di un avversario che non mi è sembrato così forte e “blindato”. Anzi, con un pizzico di fortuna in più avrebbe potuto vincere o avrebbe anche segnato il gol che gli avrebbe concesso un vantaggio in più al ritorno, ancora non mi spiego come il tiro di Higuain non sia entrato in porta. Non mi aspettavo un atteggiamento così remissivo, Benitez ha archiviato la partita aspettando gli avversari nel primo tempo per poi colpire nella ripresa. Il Napoli non ha nelle sue corde questo atteggiamento tattico e ha permesso ai bravi, ma eterni incompiuti palleggiatori del Porto, di avere la meglio fino ad un certo punto. Il Napoli deve esprimere in Europa qualità diverse, anche perché ci ha abituato ad altro nella fase a gironi di Champions League. Mi fido di Benitez, perché anche con il Chalsea l’anno scorso, non faceva grandi prestazioni in trasferta, ma blindava la qualificazione in casa e poi ha alzato la Coppa. Hamsik? Bisogna evidenziare ciò che si vede in campo ed il capitano azzurro è in un momento negativo, il peggiore da quando è a Napoli, ma va tutelato perché è patrimonio del calcio Napoli. Torino? Prima di inanellare risultati negativi, il Torino ha dimostrato un bel calcio, soprattutto in casa, ma se il Napoli gioca da Napoli ed impone il suo gioco, non con l’atteggiamento “molle” visto a Livorno, può battere il Torino. Anche perché la Roma è favorita sull’Udinese. Mi auguro che il Napoli cavalchi l’onda della delusione Europea, affrontando il Torino, consapevole di essere al cospetto di una squadra forte. Ricordo però gli infortuni, quelli che sta affrontando Benitez equivalgono alla somma di quelli dell’era Mazzarri.”