Carnevale, un carosello di colori, cibo e travestimenti

Carnevale, un carosello di colori, cibo e travestimenti

Arriva il carnevale, la festa più colorata e creativa dell’anno. Scherzi, maschere, feste e gastronomia caratterizzano, come di consueto, questo periodo dell’anno.

IL MARTEDì GRASSO

Il carnevale, come tradizione, è una festa che si celebra nei paesi cristiani. La parola “carnevale” deriva dal latino “carne levare” ,cioè, eliminare la carne, dal momento che il carnevale è l’ultimo giorno prima del periodo di astinenza e digiuno della Quaresima. Ecco perché martedì grasso, il martedì in cui tutti i peccati di gola sono concessi. La tradizione gastronomica legata a questa festa è molto ricca e sostanziosa.  Chiacchiere, sanguinaccio e lasagna padroneggiano sulle tavole. Nel territorio fanno capolino piatti tipici come il migliaccio e la pizza di tagliolini. Un carosello di pietanze e colori.

I TRAVESTIMENTI

Non solo cibo, ma tanto tanto divertimento caratterizza il carnevale e i travestimenti sono la caratteristica principale. Grandi e piccini. Si sa, però, i veri protagonisti sono loro: i bambini. Gli abiti principeschi e regali, fanno spazio a travestimenti più originali. Alcuni ispirati ai mestieri più attuali come chef e pizzaiolo, altri dedicati ai beniamini della tv come peppa pig per i più piccoli o addirittura rifacenti a Nito Valdi e Carmela Fontamara, Soledad e Olmo, personaggi di note fiction tv. Attenzione però ad acquistare ed utilizzare abiti a norma. Sono stati infatti sequestrai dalle fiamme gialle vestiti di carnevale non conformi alle normative, quindi pericolosi e dannosi per la salute. Sempre meglio controllare le etichette per non incappare in spiacevoli epiloghi.

GLI SCHERZI

Feste, festoni, coriandoli e buon cibo caratterizzeranno come ogni anno, la festa più divertente dell’anno. Non mancheranno scherzi, anche un po’ cattivi per le strade della città. Risapute ed aspettate il lancio delle uova, qualche volta un po’ spregiudicato.  E’ pur vero che a carnevale ogni scherzo vale, ma sempre con moderazione.