Villaricca, Di Marino replica a Gaudieri: “Non sono stato io a spendere i 3 milioni di euro per la villetta di via Bologna”

Villaricca, Di Marino replica a Gaudieri: “Non sono stato io a spendere i 3 milioni di euro per la villetta di via Bologna”

“Se c’erano quei soldi non facevo la delibera di anticipazione” così Giosuè Di Marino replica al sindaco Gaudieri che qualche giorno fa aveva dichiarato che i fondi di via Bologna erano stati spesi delle precedenti amministrazioni.  “Lui la delibera di anticipazione (che serve per anticipare ma anche ripristinare i fondi vincolati) non l’ha mai fatta e  non ho capito perché?”. Insomma dopo il nostro articolo scoppia il putiferio a Villaricca. Un confronto serrato c’è stato ieri pomeriggio quando il primo cittadino ha tentato di mettere una pezza alle dichiarazioni rilasciate nei giorni scorsi. Frasi che hanno scatenato una forte reazione da parte di colui che l’ha preceduto, appunto Giosuè Di Marino, che rispedisce al mittente ogni tipo d’accusa. “Quando ho retto l’amministrazione quei soldi già non c’erano più”. Il caso è stato sollevato dalla minoranza  durante l’ultimo consiglio comunale.

 

Ma i problemi a Villaricca non finiscono qui. Il sindaco deve sempre fare i conti con la famosa sfiducia a Cacciapuoti e la conseguente revoca della delega ai lavori pubblici che dovrebbe andare al gruppo di Francesco Maisto, ma nulla è confermato. Nei giorni scorsi inoltre si vociferava che l’Udc avrebbe lasciato la maggioranza ma forse questo strappo sarebbe ricucito.

 

Una frattura si è registrata anche in giunta. Il primo cittadino avrebbe respinto un protocollo di intesa già firmato con l’accademia delle Belle Arti per alcuni corsi di laurea al palazzo baronale. Insomma di grattacapi ce ne sono a Villaricca e le acque sembrano più che agitate.