Operaio suicida a Melito, l’avvocato su fb: “gli avevano promesso una ritorsione”

Operaio suicida a Melito, l’avvocato su fb: “gli avevano promesso una ritorsione”

Torna a far parlare di se la vicenda dell’operaio di Melito che si è tolto la vita.

I FATTI. L’uomo, secondo quanto si è appreso, era un autista di camion della nettezza urbana, ma aveva avuto un infarto e, per questo motivo, era stato costretto a cambiare lavoro diventando operatore ecologico. Un incarico che ha determinato un taglio del suo stipendio. Come al solito la nostra redazione non ha trattato la notizia per una scelta editoriale nostra nei confronti dei suicidi ma da quando si apprende dal profilo FB dell’avvocato della vittima ci sarebbero altre scottanti questioni dietro una morte che era stata bollata come frutto di una depressione “per la possibile perdita del lavoro”.

LA DENUNCIA DELL’AVVOCATO SU FB. “Giovedi si è suicidato Gennaro Esposito, Operaio di Melito.. Si era rivolto al mio studio qualche mese fa per rivendicare il suo sacrosanto diritto al mutamento di mansioni. Era infartuato e non poteva fare lavoro usurante che gli era stato imposto. Una semplice lettera di invito all’accordo, come quella che ogni Avvocato fa prima di intraprendere una causa, ha scatenato l’ira del Padrone. Era venuto impaurito al mio studio giovedì chiedendomi consiglio perché non poteva sopportare le conseguenze di una eventuale ritorsione che gli avevano annunciato, se “non rinunciava alla causa”.. Lo avevo rassicurato e gli avevo dato appuntamento per lunedì prossimo per valutare la situazione e nel frattempo lui disse che avrebbe insistito, tramite i delegati del Sindacato a cui avevo già consigliato di iscriversi, l’azienda a contattarmi per concordare una soluzione conciliativa… Quando ho rivisto l’appuntamento sull’agenda mi è venuta una altra crisi di pianto, come quella che ho avuto quando ho appreso la notizia… Nel pomeriggio non ha retto alla minaccia di togliere il pane di bocca ai suoi splendidi figlioli che lunedì verrano da me per valutare le iniziative legali.. Una mi caccia di morte credo che lo avrebbe lasciato indifferente m questa minaccia fa diventare tutti fragili e impotenti. Io non so darmi pace di non aver letto nei suoi occhi la determinazione così tragica… Ma del resto, cosa si aspetta un Avvocato di provincia che cerca solo di fare il suo dovere, rassicurando per quanto possibile i clienti e affrontando insieme ad essi per quanto possibile i comportamenti dei padroni di questa TERRA DELLA MERDA!!! altro che terrà dei fuochi”