Polemiche a Mugnano. L’ex Palumbo attacca Porcelli: “Sei un pinocchio”. Il Sindaco: “Menti.Confrontiamoci in streaming”

Polemiche a Mugnano. L’ex Palumbo attacca Porcelli: “Sei un pinocchio”. Il Sindaco: “Menti.Confrontiamoci in streaming”

Polemiche a Mugnano dopo il riavvio dei lavori per il nuovo teatro comunale: Palumbo ha attaccato Porcelli duramente: “Sei il solito pinocchio” alle accuse dell’ex Sindaco l’attuale fascia tricolore a replicato chiedendo un confronto pubblico.

Le dichiarazioni di Palumbo: “Molto bene…ma non certo per merito tuo Sindaco, dal momento che di tuo non hai fatto nulla, anzi…dovresti spiegare le ragione del notevole ritardo nella ultimazione della struttura. Il teatro annesso alla scuola F.Illuminato è stato progettato, finanziato, messo in cantiere e quasi ultimato dalla Amministrazione precedente. Quindi non fare il solito pinocchio e non appropriarti di meriti che non sono tuoi, così come hai fatto con la raccolta differenziata!!! Un saluto”

La replica di Porcelli: Della precedente amministrazione ci ricordiamo solo opere incompiute o mal progettate (teatro comunale, isola ecologica, centro fieristico), strutture abbandonate (villa comunale di via di Vittorio, campi di calcetto di Mugnano 2000 ), raccolta dei rifiuti assolutamente di stampo medievale e problemi atavici tralasciati e mai affrontati (Munianum SPA, mercato ittico, gestione del personale comunale ), che nella migliore delle ipotesi hanno causato debiti ed anche problemi di natura contabile ( che noi abbiamo affrontato, non senza difficoltà, ma con determinazione ). Tutto ciò senza considerare che chi mi ha preceduto ha amministrato per circa dieci anni consecutivamente ed in un periodo di enorme floridita’ economica (con il vantaggio di avere regione e provincia dello stesso colore politico) mentre noi abbiamo dovuto rimettere i conti in ordine, siamo all’opera da poco più di tre anni e mezzo e ci troviamo nel peggior periodo economico della storia della Repubblica italiana. Il giudizio sul fallimento totale e sulla assoluta incapacità di chi mi ha preceduto e’ stato già espresso in maniera chiara e netta dagli elettori mugnanesi.

La richiesta di confronto del Sindaco. Sulle questioni citate sono pronto a qualsiasi confronto pubblico o in streaming, con documenti e delibere alla mano a dimostrare chi è che continua a mentire spudoratamente senza un minimo di decenza. Sono stanco dei continui attacchi del partito al quale mi riconosco e che ha paura di confrontarsi come me da mesi. L’unica cosa che riescono a fare e criticare su facebook o affiggere manifesti. La città ha bisogno di fatti concreti.