Mugnano, De Dominicis resta in giunta? Micillo: “Coerenza e logica imporrebbero dimissioni immediate”.

Mugnano, De Dominicis resta in giunta? Micillo: “Coerenza e logica imporrebbero dimissioni immediate”.

L’Idv all’opposizione, ma l’assessore De Dominicis resta ancora in giunta. La notizia ha lasciato perplessi in molti, tra addetti ai lavori e politici locali, e sta scatenando nuove polemiche. La rottura tra l’Italia dei Valori e l’amministrazione Porcelli si è consumata la scorsa settimana quando, in seguito al rimpasto varato dal primo cittadino, i quattro consiglieri di maggioranza (Gennaro Mastromo, Claudio Gargiulo, Giosuè Ranucci e Vincenzo Amatore) hanno deciso di passare all’opposizione. Secondo gli esponenti del partito di Ignazio Messina, infatti, l’ennesimo rimpasto di giunta è del tutto “inutile ai fini della realizzazione di progetti determinanti per il benessere della città”.

Nonostante questo passaggio, anticipato da durissimo botta e risposta tra i quattro consiglieri oggi all’opposizione e il gruppo consiliare dell’Udc, il giovane assessore allo Sport, in quota Idv, ha deciso di non rassegnare le sue dimissioni, ma di rimettere le sue deleghe nelle mani di Giovanni Porcelli. “Ho ricevuto piena libertà di scelta da quelli che sono e continueranno ad essere i miei compagni e amici dell’Idv – aveva spiegato l’assessore al ramo – Ritengo di poter continuare in questa avventura amministrativa, ma sono sempre pronto, nell’ottica di un totale non attaccamento alla poltrona, a rassegnare le mie dimissioni nel caso in cui il sindaco ritenga che si sia ormai esaurito il rapporto di fiducia”.

L’Italia dei valori insomma, pur essendo ormai fuori dalla maggioranza, continua a detenere la presidenza del civico consesso, presieduta dal consigliere Gennaro Mastromo, una casella nello staff del primo cittadino e un’altra nell’esecutivo. Una contraddizione in termini, un’incongruenza, secondo il vicesindaco Udc Ezio Micillo. “Coerenza e logica imporrebbero dimissioni immediate – taglia corto l’esponente dell’Udc – A decidere sarà il sindaco. Noi rispetteremo le sue scelte”.