Impianti fermi e spazzini senza stipendio in sciopero. Giugliano invasa dai rifiuti.

Impianti fermi e spazzini senza stipendio in sciopero. Giugliano invasa dai rifiuti.

Giugliano stracolma di rifiuti. La periferia è invasa da sacchetti, ingombranti e materiali di risulta. Il centro è più o meno pulito ma tra poche ora sarà emergenza. Via Colonne, via oasi Sacro Cuore sono la cartolina di uno scempio infinito.

 

I fronti. Due le vicende che si stanno accavallando in questi giorni. Da un lato la chiusura temporanea dello Stir di Tufino e il conseguente ingolfamento di quello di Giugliano, dall’altro l’agitazione dei lavoratori della nuova società che gestisce i rifiuti.

 

Lo stir. L’impianto avrebbe funzionato a singhiozzo in questi giorni. Ieri lo stop di 24 ore che ha provocato ulteriori disagi ad una città già in ginocchio. Problemi sindacali, screzi con la Sap.na. i motivi dello stop forzato.  ”I commissari  – spiega la dirigente del settore Duraccio – Sono anche andati in Prefettura per risolvere questa vicenda. Abbiamo addirittura pensato di inviare i rifiuti fuori Provincia ma la normativa ce lo vieta. E’ la Sap.na che deve dirci cosa fare”.

 

I disagi in città. “Stiamo elaborando un piano di rientro – spiega ancora la dirigente – Stiamo cercando di capire con la società della Provincia come fare a smaltire le tonnellate di rifiuti in strada. Intanto stiamo lavorando alla raccolta differenziata. Stiamo preparando il progetto per partire subito con un’isola ecologica”. Insomma non si riesce a venirne a capo. Tra proteste allo Stir che apre e chiude a giorni alterni e i lavoratori della ditta che gestisce il comparto rifiuti in sciopero, il comprensorio non trova pace.

 

Gli altri Comuni.  A Marano l’amministrazione dirama un comunicato: “In questi giorni, per la chiusura temporanea della discarica di Tufino, l’attività di rimozione e smaltimento dei rifiuti indifferenziati del Comune di Marano potrà subire alcuni rallentamenti.Si informano tutti i cittadini che la raccolta DIFFERENZIATA (umido, carta, plastica, etc.) continua, anzi, specie in questi periodi di difficoltà deve essere ancora più attenta e precisa.Si invitano perciò tutti i cittadini a rispettare gli orari e i giorni di conferimento al fine di tenere la città pulita. Mancata raccolta anche a Villaricca, dove cumuli di rifiuti si stanno accumulando per strada. “Il problema dello Stir c’è  – dice il sindaco Gaudieri – Se si ritarda lo sversamento incide anche sulla raccolta”.