Primarie Pd, stravince Tartaglione. A Marano e Calvizzano il 51 e l’85 per cento dei consensi

Primarie Pd, stravince Tartaglione. A Marano e Calvizzano il 51 e l’85 per cento dei consensi

Con le primarie di ieri si è chiusa la fase congressuale per l’elezione del nuovo segretario regionale dei democratici e i 243 membri dell’assemblea regionale. Si è votato dalle 8 alle 20 di ieri, nelle cinque province campane e hanno potuto votare tutti, anche chi non è tesserato al Pd. Tre i contendenti per la guida del Pd regionale: Guglielmo Vaccaro, deputato, da sempre vicino al premier dimissionario Enrico Letta, Michele Grimaldi, coordinatore della segreteria nazionale dei Giovani Democratici, sostenuto dai civatiani e dai Giovani Turchi, e Assunta Tartaglione, deputata napoletana vicina a Matteo Renzi. A spuntarla è stata proprio quest’ultima. Tartaglione, infatti, si attesta al 58,5 per cento.

A Giugliano sono accorsi alle urne 1253 votanti. Vince la Tartaglione con 865 voti e il 69%, segue Vaccaro con 341 voti ed 27% di preferenze. Infine Grimaldi con il 47 voti, 4%. A Marano la Tartaglione ha vinto con il 51, 8 per cento (209 voti).

Alla lista Vaccaro (153 voti) e a quella Grimaldi (40 voti) sono andate rispettivamente il 38,2 e il 10 per cento. Per l’assemblea regionale è data per certa l’elezione di Vanessa Renato (lista Tartaglione) e di Eduardo Simioli (lista Vaccaro). “Il risultato delle primarie per l’elezione del segretario regionale premia il nostro impegno e la nostra coerenza – spiega Crescenzo Coppola, delegato provinciale Pd e sostenitore della lista Tartaglione – Il nostro modo di concepire l’impegno politico è stato premiato dagli iscritti e simpatizzanti del Pd che in una giornata quasi primaverile si sono recati alle urne per sostenere la nostra candidata, Assunta Tartaglione, e la nostra lista. Dispiace che alcuni organi di stampa abbiano confinato la competizione in città tra due liste, Vaccaro e Grimaldi, che non hanno ottenuto, pur sommando i voti, i consensi ottenuti dalla nostra lista e dal nostro candidato. Il partito deve lavorare per la valorizzazione del territorio e per la crescita della nostra città.

Troppo spesso, per divisioni storiche e incomprensibili, abbiamo perso occasioni importanti per valorizzare la nostra città nel contesto regionale”. Stessa musica anche a Calvizzano. La Tartaglione si è imposta con una percentuale bulgara: l’85 per cento dei consensi (265 voti); secondo Grimaldi con il 10 per cento (31 voti), terzo Vaccaro con il 5 per cento (17 voti).