Marano: arrestati tre esponenti del clan Polverino. Simulavamo investimenti all’estero. Truffati molti napoletani

Marano: arrestati tre esponenti del clan Polverino. Simulavamo investimenti all’estero. Truffati molti napoletani

I Carabinieri del nucleo Investigativo di Napoli hanno arrestato 3 persone, una delle quali contigua al clan camorristico dei “Polverino” (operante nell’hinterland a Nord del capoluogo campano, in altre Regioni d’Italia e all’estero), ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata alle truffe, falsità in scrittura privata e abusivo svolgimento di servizi o attività di investimento o gestione collettiva del risparmio.
Nel corso di indagini coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia partenopea i militari dell’Arma hanno scoperto l’esistenza del gruppo criminale (composto da 2 promotori finanziari e un operatore bancario) dedito a truffe di ingente valore monetario: simulando investimenti all’estero mai realizzati i 3 si erano appropriati di somme per svariati milioni di euro a loro consegnate da privati.

A firmare l’ordine di arresto il gip Isabella Iaselli a carico di Eduardo Tartaglia, del suo socio svizzero Rocco Zullino, disponendo gli arresti domiciliari per il presunto socio napoletano Klaus Georg Beherend.