Luca Abete a Qualiano per la vicenda rifiuti

Luca Abete a Qualiano per la vicenda rifiuti

Arriva anche da Luca Abete l’ennesimo appello a non abbandonare i rifiuti per strada. L’inviato di “Striscia la Notizia” è arrivato nuovamente a Qualiano, per la questione Grande Viabilità, l’asse viario che da via Ripuaria porta al cavalcavia dell’area industriale di Ponte Riccio. La strada a doppia corsia, è tristemente nota, per essere il luogo prediletto dell’abbandono di ogni sorta di rifiuto.

Dopo aver filmato lo scempio l’inviato di Striscia, si è portato al Comune per chiedere spiegazioni al sindaco De Luca.

Il Primo Cittadino ha illustrato tutte le iniziative messe in campo dall’Amministrazione comunale nei poco più di 90 giorni di insediamento e tese alla lotta a sacchetto selvaggio, vera piaga del territorio, specialmente nelle zone periferiche che risultano essere prevalentemente vie di transito.

Abbiamo aderito al “Protocollo della Terra dei Fuochi”, che ci permetterà di monitorare meglio il territorio e conferire  più velocemente i rifiuti stoccati sulle strade. – ha detto il sindaco De Luca– Lo scorso 25 settembre abbiamo avviato la procedura, per rimuovere tutti i rifiuti accumulati sulla GV e lo faremo in danno alla Multiservizi, che si è opposta alla rimozione.- e concludendo- Il Comando di P.M. in questi mesi, ha emesso decine e decine di provvedimenti contro cittadini beccati a sversare illegalmente o abbandonare i rifiuti indifferenziati. Ciò che ci impedisce di avere risultati pari all’impegno profuso da tutti, è che ad abbandonare i rifiuti sulla GV sono persone che vengono da Napoli e dall’intero hinterlandSolo se c’è collaborazione dei cittadini possiamo combattere questa piaga”.

Ha compreso l’efficienza di un’Amministrazione attiva ed impegnata sotto il profilo della lotta allo sversamento abusivo e documenti alla mano, l’inviato di Striscia la Notizia, si è schierato dalla parte del sindaco De Luca, lanciando il suo personale appello ai cittadini a non abbandonare i rifiuti indiscriminatamente.