Mugnano, il day after della nuova giunta segnato da nuove polemiche

Mugnano, il day after della nuova giunta segnato da nuove polemiche

Il giorno dopo il varo della nuova giunta Porcelli è, come da previsioni, caratterizzato da commenti e dalle polemiche di chi sta all’opposizione e di chi, nelle file della maggioranza, ha dovuto incassare il colpo. Due la questioni che tengono banco in queste ore: le preannunciate dimissioni del presidente del Consiglio Gennaro Mastromo, esponente di punta dell’Idv, e l’apertura del primo cittadino a tutte le forze che “vogliono veder realizzati i progetti contenuti nel programma elettorale”. Da un lato lo “schiaffo” all’Idv, dall’altro il tentativo di coinvolgere altri esponenti della minoranza eventualmente interessate a condividere l’ultimo miglio di consiliatura. “Il sindaco Porcelli intende andare avanti con tutte le forze politiche che vogliono il bene della città – argomenta il consigliere di minoranza Mauro Romualdo – Dovrebbe, però, al tempo stesso chiarire cosa intenda fare per fermare i consiglieri “lestofanti” e quelli “irresponsabili ed ignavi”, ma soprattutto come pensi di riconquistare quei dirigenti comunali accusati di disfattismo”. Sul fronte Idv una decisione sarà presa non prima di un paio di giorni. L’uscita dalla maggioranza, le dimissioni di Mastromo? “Il nostro gruppo consiliare si riunirà nelle prossime ore per valutare il da farsi – spiega il capogruppo Idv, Claudio Gargiulo – Il presidente del civico consesso ha espresso questa sua intenzione e nelle prossime ore scioglierà la riserva. Quanto alla posizione complessiva del nostro gruppo, verosimilmente in Consiglio comunale ci regoleremo e voteremo di volta in volta, a seconda dei provvedimenti”. Bordate all’indirizzo di Mastromo arrivano intanto dall’Udc: “C’è chi le dimissioni le consegna nelle mani di chi lo ha nominato e c’è invece chi le annuncia, le valuta, salvo poi ritrattare. E non è la prima volta”, recita un passaggio di un comunicato del gruppo consiliare centrista.