Onofaro: “De Luca incapace”. Il sindaco: “Lavoriamo con forza e serenità”

Onofaro: “De Luca incapace”. Il sindaco: “Lavoriamo con forza e serenità”

Polemiche da parte degli uomini che siedono dietro gli scranni dell’opposizione presso l’amministrazione comunale. L’ex sindaco Onofaro, forte dell’appoggio dei consiglieri Apostoli, Palma, Cacciapuoti, Licciardiello e Di Domenico, accusa l’attuale primo cittadino di non aver portato a termine neppure una piccola parte delle promesse fatte in campagna elettorale. L’attenzione dell’opposizione che si autodefinisce costruttiva si focalizza su varie aree di intervento, dalla mensa scolastica ai tributi dei cittadini. Inoltre accusano l’amministrazione di mancanza di coesione politica, constatando lo scostamento di due donne dalle liste elettorali, la Zara e la Giglio, che insieme hanno creato un gruppo indipendente.

 

Le dichiarazioni. “De Luca si è dimostrato incapace di mantenere gli impegni già nei primi cento giorni della sua operatività, figuriamoci cosa sarà in grado di fare con i veri problemi di Qualiano”, dichiarano i consiglieri. Il sindaco tuttavia non appare colpito da tali accuse, e dichiara: “lo scadere dei primi 100 giorni della mia amministrazione è fissato per il 31 ottobre, ma al di là delle datazioni convenzionali, posso confermare con orgoglio che stiamo svolgendo con serenità e con forza il nostro lavoro quotidianamente”. E continua: “mensa scolastica e multiservizi sono faccende di cui ci stiamo occupando giorno per giorno. Tra qualche settimana la mensa costerà di meno e migliorerà qualitativamente; per la multiservizi ci vorrà più tempo poiché è necessaria una previa fase di monitoraggio. Stiamo infine valutando un piano per eludere la Sogert e modificare, dunque, il regolamento comunale relativo ai tributi”. Per quanto riguarda le donne ex UDC ed ex Verdi Ecologisti, infine, il sindaco dichiara: “la formazione di un gruppo indipendente è più che lecita: se il loro contributo in questi termini risulta proficuo per l’amministrazione, che ben venga.”