Marano, pagamento Tarsu 2013: i chiarimenti del Comune.

Marano, pagamento Tarsu 2013: i chiarimenti del Comune.

Si informano i contribuenti che sono in spedizione gli avvisi di pagamento relativi alle ultime due rate della TARSU 2013. I contribuenti riceveranno avviso con la specifica delle somme da pagare costituite da saldo dovuto per il 2013 a titolo di TARSU. Il saldo è stato calcolato scomputando le rate pagate nel 2013 a titolo di acconto. Coloro che riscontrassero differenza tra quanto versato e quanto riportato nell’avviso potranno verificare la propria posizione presso l’Ufficio Tributi una nuova imposta (€ 0,30 per ogni metro quadrato) che viene versata direttamente allo Stato. Il Comune ha provveduto  al calcolo dell’importo dovuto e alla trasmissione del modello F24, ma la somma è incassata direttamente dallo Stato. Il pagamento, attraverso il modello F24 precompilato, potrà avvenire in unica soluzione oppure in due rate: la prima rata include il pagamento della maggiorazione di € 0,30 a metro quadrato e del 50% di quanto dovuto a titolo di TARSU 2013; la seconda rata prevede il pagamento del restante 50%. La scadenza della prima rata è stata indicata al 24 gennaio 2014 secondo quanto stabilito dall’art. 1 comma 680 della Legge di stabilità 2014. Tuttavia, come è stato chiarito ufficialmente dal Ministero dell’Economia e Finanze, né sanzioni né interessi verranno applicati a  carico di chi effettuerà il pagamento oltre tale scadenza qualora il modello giunga in ritardo al recapito del contribuente. I cittadini potranno quindi provvedere al pagamento della prima rata, o al pagamento del totale in unica soluzione qualora lo preferiscano, anche oltre la scadenza del 24 gennaio 2014 senza timore di incorrere in conseguenze. Eventuali informazioni e chiarimenti potranno essere richiesti presso l’Ufficio Tributi, aperto al pubblico il:

–          Martedì dalle ore 15,00 alle ore 17,00

–          Mercoledì dalle ore 9,00 alle ore 13,00

A mezzo PEC all’indirizzo : [email protected]comunemaranodinapoli.gov.it

 

Comunicato stampa