Incidente domestico. Muore folgorato giovane giuglianese. Stava ristrutturando casa da solo

Incidente domestico. Muore folgorato giovane giuglianese. Stava ristrutturando casa da solo

A ritrovarlo riverso al suolo è stato il padre Tobia. Prima l’incredulità poi l’amara verità. E’ morto in un modo assurdo Giovanni Argiulo  37 anni. Il ragazzo è rimasto folgorato dopo aver toccato dei fili elettrici mentre ristrutturava l’appartamento che aveva preso in fitto qualche settimana fa. Il ragazzo lascia la moglie Rosa e 4 figli, Giusy, Simona, Federica, Emanuele. La sua fine ha commosso tutta la zona dei monaci dove è avvenuto l’episodio. Una tragica fatalità che ha lasciato tutti senza parole. Il palazzo infatti era disabitato ed ora si sta accertando a che ora e con che dinamica sia deceduto. Pare però che la forte scossa di corrente sia giunta dopo la mezzanotte ma non è certo. Sul posto la scientifica sta cercando di chiarire i fatti. .

Ci ha contattato Tammaro Iavarone sconvolto per quanto accaduto. Il giovane era conosciuto e molto ben voluto da tutti nel quartiere del “Selcione”. Il 37enne avrebbe dovuto trasferirsi di lì a breve nel nuovo appartamento con la moglie e con i figli. Non si sa se è stata una distrazione o una tragica fatalità, sta di fatto che Giovanni ha toccato due fili, uno positivo e l’altro negativo, che hanno provocato una scarica di corrente non indifferente. Il corpo però è rimasto riverso al suolo per ore ed ore perché nessuno era a conoscenza della tragedia. “Era un bravo ragazzo, grande lavoratore – dicono gli amici – Una fine terribile, terribile”. Per ore i familiari avevano provato a contattarlo al telefono, ma l’allarme non è mai scattato, perché l’uomo spesso restava anche di notte in casa a fare i lavori. Solo all’alba tutti hanno capito che c’era qualcosa che non andava.

La salma di Giovanni è stata trasferita al Policlinico per l’autopsia.