Dopo mesi di silenzio torna a parlare Pianese sulla terra dei fuochi: “Non potevamo fermare l’inquinamento, non avevamo i mezzi”

Dopo un lungo silenzio torna a parlare l’ex Sindaco di Giugliano Giovanni Pianese e lo fa in una intervista al Mattino di Pietro Treccagnoli. Il noto giornalista napoletano nel suo pezzo ha raccolto le opinioni degli ex amministratori campani tacciati dal Ministro Orlando di essere “collusi e incapaci”. Il sindaco Pianese spiega a Treccagnoli: “Per decenni gli amministratori locali non hanno avuto in mano armi efficaci per combattere contro gli inquinatori. Non esistevano neanche norme sulla tracciabilita’ dei rifiuti. Persino l’Istituto Superiore di Sanità insisteva che non c’era una correlazione certa tra la presenza dei rifiuti e l’insorgenza di malattie tumorali. Non c’era una presa di coscienza reale da parte della popolazione”. Poi sulla questione roghi: “In un territorio come Giugliano, vasto 96 kmq, e’ impossibile fermarli in tempo. Mi chiedo se non era più delinquente l’industriale del nord che conosceva cosa inviava giù o il contadino del Sud che seppelliva ignorando il contenuto”.