22enne ritrovata dal padre: rapita, stuprata e lasciata in pasto ai cani

22enne ritrovata dal padre: rapita, stuprata e lasciata in pasto ai cani

Violentata brutalmente e poi lasciata in pasto a dei cani randagi. E’ stato il padre a trovare in queste condizioni il corpo della figlia, dilaniato dai morsi di cani in una discarica e ormai ricoperto di vermi dopo giorni di abbandono. L’uomo, Mahender Singh, ha raccontato della terribile tragedia accaduta alla figlia 22enne, rapita da un banda di malviventi al ritorno dal lavoro.

La giovane aveva trovato recentemente impiego in un’azienda farmaceutica vicino casa sua a Sonipat, a Haryanam, in India, quando è stata presa di mira, rapita, violentata e picchiata a morte da una banda di uomini. «Sono riuscito a riconoscerla grazie ai vestiti e a una collana della madre», ha dichiarato il padre, come riporta Metro, «mia figlia ha sempre avuto il terrore di subire violenze. Ecco come è stata ridotta».

La ragazza era scomparsa lo scorso 12 maggio, ma solo ieri è stato trovato un corpo sospetto poi riconosciuto dal padre, che ha raccolto quello che restava del corpo della figlia per portarlo via su una barella e onorarla con un dignitoso funerale. Due degli stupratori sono stati rintracciati e arrestati.